Motori ricerca: il tuo sito in prima pagina su Google

Visualizzazione post con etichetta Fred Alan Wolf. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Fred Alan Wolf. Mostra tutti i post

venerdì 19 giugno 2009

Bleep. Ma che ... bip ... sappiamo veramente? (Macro edizioni)

Il fenomeno del Bleep si è diffuso quasi come una pandemìa di pensiero prima in America e poi in Europa. In Italia, Macro Edizioni, una interessante azienda del nostro paese che ha una linea editoriale molto particolare e che cura davvero ogni sua singola pubblicazione, propone questo magnifico libro e il suo film, che amplia e approfondisce gli argomenti trattati nel film omonimo. Un’opera che tratta delle interconnessioni e profonde relazioni esistenti tra fisica quantistica, probabilismo, medicina e psicologia. E per ciò che concerne la fisica quantistica, quanto sostiene nel volume in esame David Albert, è tutto un programma: “ Se volete indicare uno dei profondi cambiamenti filosofici tra la meccanica classica e la fisica quantistica, ebbene, la meccanica classica è costruita dall’inizio alla fine intorno a quella che sappiamo essere una fantasia: la possibilità di osservare le cose passivamente … La meccanica quantistica mette decisamente fine a questo”. Nelle sue pagine sono esposti una serie di contributi che fanno riflettere sul nostro futuro, e ci aiutano a comprenderlo non solo meglio ma anche a dirigerlo verso la costruzione di un mondo migliore, e dunque merita di essere assolutamente letto. Il grande successo che ha già ottenuto in Germania e in altri paesi europei, sta ad indicare che il suo muoversi in più ambiti dello scibile umano, dalla più recente ricerca scientifica, filosofica, religiosa sino ai personali percorsi di indagine e conoscenza degli autori del volume, ha prodotto un approccio olistico tra i più singolari che studiano l’uomo e la società in cui egli vive. Nello specifico si parte da una constatazione di fondo: per centinaia d’anni, scienza e religione hanno vissuto una sorta di “disturbo multiplo della personalità”, ovvero numerosi studiosi hanno ritenuto che ciò che la scienza indagava non poteva non solo trovare nessun riscontro nell’ambito religioso (in quest’occasione utilizziamo il termine religioso nel senso più ampio non riferendoci a nessun culto in particolare), ma non poteva in alcun modo essere di supporto alla scienza nonostante tutto il suo bagaglio di conoscenze e tradizioni. Nulla di più falso! Scienza e Religione fanno parte di un unico corpus di conoscenza che trova la sua sintesi migliore nel reciproco sforzo di spiegare l’universo, il nostro ruolo in esso, e il significato stesso della nostra esistenza. Ed è arrivato il momento finalmente che queste due realtà possano adeguatamente collaborare. "Ma che ..bip.. sappiamo veramente!?" (Macro edizioni) è un libro (come anche la sua versione filmica) non in bilico tra mistica e scienza, ma ne è la più alta forma di sublimazione e sintesi. Dodici scienziati teorici, guideranno il lettore attraverso i punti più estremi della fisica quantistica, utilizzando comunque una terminologia alla portata di tutti, e facendogli scoprire che il nostro universo è in costante movimento, si amplia senza sosta, crea universi paralleli, che non è definibile se non attraverso una serie di salti di paradigma. Un libro inoltre che affronterà il problema della nostra coscienza, attraverso una grammatica strettamente scientifica, e dunque utilizzando le più moderne e avanzate teorie della percezione, della chimica del corpo e della struttura cerebrale. Sappiamo di cos’è fatto un pensiero, la realtà, e sopra ogni cosa è possibile che un pensiero possa modificare la struttura interna della realtà, esiste un Potere al di sopra di noi, senziente, onnisciente, onnicomprensivo, e ancora qual’è l’esatto limite tra dentro e fuori? Questo è un libro di domande che espandono la mente, che non vi mostra la via, ma le infinite possibilità. Pensate di dover recarvi ogni giorno allo stesso lavoro, a fare le stesse cose, di dover pensare gli stessi pensieri, sentirvi ogni momento della vostra vita allo stesso modo? Ora potete scoprire le infinite possibilità di cambiare la realtà quotidiana.

What the Bleep do We Know? Scopri il film che aprirà i tuoi occhi a nuove possibilità!
ISBN: 9788864120058

Prezzo € 20,83
invece di € 24,50 (-15%)


Compralo su Macrolibrarsi
Alla scoperta delle nostre infinite potenzialità per modificare la realtà quotidiana
ISBN: 8875079013

Prezzo € 24,00


Compralo su Macrolibrarsi

martedì 9 giugno 2009

The Secret - Il Segreto (il film)


Ha venduto ben 4 milioni di copie. Un successo editoriale forse ancora che di poco sorpassa il famigerato Codice Da Vinci di Dan Brown. E non è solo questione di fortuna sfacciata. E’ vero che come sempre, un fenomeno commerciale sia esso di natura editoriale, cinematografica o di qualsivoglia natura ma che faccia parte comunque del mercato, ha sempre dietro tutta una serie di professionalità che lavorano per il successo, ma The Secret ha qualcosa di diverso, sostanzialmente diverso. Qualcuno,un grande pensatore, Spinoza, per la precisione disse: “ordo et connectio rerum idem est connectio idearum”. Ovvero l’ordine causale fa quindi parte della manifestazione di Dio e tutto ciò che vediamo in natura o nel mondo del pensiero non è che Dio stesso che si estrinseca necessariamente in quest’ordine causale. Diciamo che per gli autori di The Secret, sia il film che il libro, l’estrinsecarsi di Dio avviene tramite noi, in una sorta di comunicazione reciproca, costante e interconnessa 24 hours. Quando pensiamo,trasformiamo questi pensieri in cose, in parole povere, noi siamo quello che pensiamo. Se il contenuto dei nostri pensieri è positivo, nel comunicare con il nostro Dio-Universo, otterremo da lui cose positive, il contrario se i nostri pensieri si dirigono su negatività e affini. The Secret, che alla sua base ha la famigerata Legge d’Attrazione, è la chiave per il successo, per la felicità, e il benessere fisico, una teoria che prende spunto da un mix di filosofie orientali.e da una sconsiderata fiducia nel potere della mente. Tutto molto affascinante, anche se talvolta gran parte dei passaggi esplicativi e teorici rimangono abbastanza in superficie. Ma questo se si prendono in esame solo i due prodotti in oggetto. Un’attenta analisi della produzione degli autori di The Secret o ad esso vicini diraderebbe abbondantemente ogni dubbio. Il film lascia da subito a bocca aperta: un segreto, un modo perché tutto ciò che vogliamo si realizzi, che solo pochi grandi uomini conoscevano e tenevano gelosamente custoditi le leggi di questa chiave d’accesso all’universo (Albert Einstein, Henry Ford Galileo Galilei, Platone, Thomas Edison e molti altri), è stato nascosto nei secoli della storia dell’uomo. Un gruppo di nuovi illuminati, ritiene che sia giunto il momento (forse perché siamo vicini al 2012?) di rendere partecipi tutti gli uomini di questa meravigliosa scoperta, e dunque, per la prima volta tutti i tasselli del Segreto compaiono organicamente assemblati in un'incredibile rivelazione che trasformerà radicalmente la vita di tutti coloro che ne faranno l'esperienza. THE SECRET, a tutt’oggi è il Best Seller Mondiale di Rhonda Byrne inarrestabile fenomeno editoriale e culturale esploso non più di qualche mese fa in USA e il cui successo si sta pandemicamente diffondendo anche in Europa. Più di 30 paesi ne hanno già acquistato i diritti di pubblicazione e il libro è già un best-seller anche in Canada, nel Regno Unito e in Australia. THE SECRET contiene la saggezza, la profondità, la filosofia e le idee innovative financo nel mondo della fisica quantistica, di nuovi guru del mondo moderno, uomini e donne che l'hanno usato per procurarsi ricchezza, salute e felicità, sconfiggendo malattie, acquisendo ingenti ricchezze, superando ostacoli di ogni sorta. Gli autori mostrano un approccio diverso verso la realtà che ci permette di uscire dalle costrizione di situazioni di forte disagio. La nostra mente (e qui entra in ballo la fisica quantistica) pensando ciò che desidera ottenere emette determinate frequenze che hanno un loro eco non solo nel mondo e nel nostro universo, ma anche in dimensioni parallele dove esistono altri possibili noi. Quando frequenze (la “richiesta” che abbiamo formulato all’universo) di probabilità e possibilità si incrociano, diventano realtà: ovvero quello che abbiamo desiderato.

“A mano a mano che imparerai il Segreto,
scoprirai come puoi avere, essere o fare tutto ciò che vuoi.
Giungerai a sapere chi sei veramente
e a conoscere le meraviglie che ti aspettano nella vita”.

Novanta minuti di racconti, testimonianze e insegnamenti trasmessi direttamente dalla voce di John Gray, Jack Canfield, Neale Donald Walsch, Fred Alan Wolf, John F. Demartini, Bob Proctor, Joe Vitale, Marci Shimoff, Lisa Nichols.

Rhonda Byrne, oltre che autrice, è un’affermata produttrice televisiva, direttrice della Prime Time Productions, con la quale ha realizzato programmi e spettacoli di successo internazionale. Dopo aver riunito i frammenti del Segreto, la Byrne ha scelto la strada a lei più conosciuta – il linguaggio cinematografico - per diffondere quanto appreso e insieme alla sua équipe si è dedicata alla realizzazione di The Secret DVD.

Il segreto ha viaggiato attraverso i secoli... per raggiungerti
ISBN: 9788864120119

Prezzo € 21,17
invece di € 24,90 (-15%)


Compralo su Macrolibrarsi

venerdì 22 maggio 2009

Sei nato ricco di Bob Proctor (Bis edizioni)

Esiste tutta una serie di pubblicazioni nel nostro paese (da anni invece il mercato statunitense ne produce in grandissime quantità) che stanno vedendo la luce in questi ultimi mesi e che hanno poco a che fare sicuramente con psicologia e altre discipline che cercano di studiare l’uomo e i suoi problemi nella gestione della quotidianità con nessi e connessi. Dunque la domanda che sorge spontanea, potrebbe essere: che tipo di utilità hanno questi libri se alla loro base non vi sono parametri o scandagli di indagine che presuppongono l’utilizzo di metodologie scientifiche o comunque un certo rigore? E ancora come poterle classificare, se dovessimo in qualche modo inserirle in un genere? Letteratura d’intrattenimento, saggistica, o che cos’altro? Il libro di cui voglio parlare “Sei nato ricco” di Bob Proctor (Bis edizioni), rientra in quella che viene definita letteratura d’auto-aiuto, una categoria che vede tra i suoi più grandi protagonisti Roy Martina, Joe Vitale, Fred Alan Wolf, Andrea Scarsi, Stuart Wilde e tantissimi altri. Ovvero se vi trovate in un momento difficile della vostra esistenza, non sapete a quale risorsa interiore attingere per trovare le giuste dosi di energia per affrontare la vita, o recuperare il giusto equilibrio, questi libri fanno al caso vostro. La formula della felicità ve la danno su un piatto d’argento, e senza troppi peli sulla lingua: l’uomo può tutto; egli è in grado di emettere particolari vibrazioni che se portate a livello di una focalizzazione di ciò che vuole raggiungere o ottenere, a livello conscio e inconscio, emetterà particolari vibrazioni, come se facesse una vera e propria richiesta all’Universo, che poi con precisione matematica recapiterà al mittente sul piano fisico il risultato invocato (Legge dell’Attrazione). In più la costruzione di questo meccanismo dal piano mentale al piano fisico è descritto ampiamente utilizzando teorie e spiegazioni che derivano dalla fisica quantistica. L’uomo occidentale vuole delle prove, concrete, verificabili, non ciarlatanerie. E quale migliore standard di prova, se non proprio la fisica quantistica, le cui teorie comunque almeno al momento non sono smentibili. Parola d’ordine, focalizzare sempre sul di più che si vuole ottenere, imponendosi una visualizzazione mentale del meglio che ciascuno di noi può desiderare per il suo bene, abbandonare il passato con i suoi “ se avessi fatto questo o quello ...” “ se avessi agito così, ora …”, concentrarsi sulla tenacia, perseveranza, il desiderio di mettersi in gioco, e provare e riprovare fino al conseguimento del successo. In parole povere “Yes, we can”, senza limiti di sorta. Entrando nello specifico, Bob Proctor ci spiega che ogni essere umano nasce dotato di una certa quantità di ricchezza: succede, però, in alcuni casi che la maggior parte delle persone sia per un motivo x momentaneamente al verde. L’autore ha scritto questo libro soprattutto per aiutare le persone a mettere un pò d’ordine nella "vita" , in modo che chiunque lo desideri può creare la prosperità nella propria vita. Il potere di produrre ricchezza lo abbiamo già: basterà un semplice piano d’attacco pensato, visualizzato e studiato nei particolari più piccoli, per permetterci di concretizzare tutti i nostri sogni. “Sei nato ricco” fornisce gli strumenti per utilizzare il potenziale che è nell’uomo per raggiungere la prosperità a qualsiasi livello la si voglia intendere: finanziaria, emotiva, fisica e spirituale. Un ultimo consiglio: se i vostri affari non stanno andando per il meglio, e vi trovate in una situazione di indigenza, resistete ancora un po’, mancano pochi passi per il successo e la Legge dell’Attrazione sta lavorando per voi. Altro che Dianetics di Ron Hubbard!

QUI:http://www.bisedizioni.it/libri/sei_nato_ricco.php

martedì 7 aprile 2009

Il Sesto di Stefano Delacroix per Lupo editore

La raccolta di racconti dal titolo Il sesto (pp. 168, euro 12), scritta da Stefano Delacroix e pubblicata da Lupo Editore nella collana incipit diretta da Michelangelo Zizzi, si presenta come un lavoro affascinante, e ricco di suggestioni. Non è propriamente appartenente al genere noir sulle dimensioni per intenderci alla Giancarlo Fusco, e nemmeno potrebbe rientrare in quello del giallo o del pulp. O meglio sembra che l’autore abbia trovato una sua personalissima chiave stilistica per fondere in maniera bilanciata tutte e tre le precedenti latitudini della scrittura appena citate. Cerco di essere più preciso. I giovanissimi aficionados della Disney/Pixar andando oggi nelle sale cinematografiche e vedendo ad esempio un film come Mostri contro Alieni, avrebbero una chiave di lettura del film molto superficiale, non cogliendo riferimenti del mainstream pop che magari un pubblico un po’ più adulto e maturo coglie immediatamente: Blob, L’uomo invisibile, Il mostro della laguna nera. E la stessa cosa potrebbe dirsi per il lavoro di Stefano Delacroix: Agata Christie, Alfred Joseph Hitchcock, Charles Bukowsky, e anche H. P. Lovecraft (per il racconto Marianera). Non sfugge inoltre il riferimento a tutto quell’universo che va dalla Legge d’Attrazione, alla Fisica Quantistica dei viaggi nel tempo come teorizzato dal “Dott. Quanto” Fred Alan Wolf nel suo lo Yoga della Mente edito da Macro edizioni, nel racconto il Sesto. La scrittura di questo narratore, si pone in bilico tra la ricercatezza di soluzioni formali eleganti, e il desiderio di lavorare al potenziamento dell’immaginifico proveniente dall’odierno mercato dello spettacolo. Ma perché poi questo libro viene definito psycotropic noir? Ce lo spiega Domenico Fumarola: «Gli otto racconti - ha scritto Domenico Fumarola - che compongono Il Sesto, infatti, si fondano tutti su un dubbio percettivo, psicologico, che disperde le energie dei protagonisti, facendoli cadere nella follia che, in questo caso, diventa una distrazione della percezione. Nel noir psicotropo in cui sono immersi i protagonisti dei racconti di Delacroix vengono meno le due coordinate esistenziali fondamentali nelle quali l’essere umano si trova a vivere: lo spazio e il tempo. Nel primo racconto della raccolta, intitolato “Il volgere del tempo”, il protagonista inizia a vivere la sua vita al contrario, tornando indietro nel tempo, fino a vedere la donna amata nascere dal grembo della madre; nel racconto che dà il titolo al libro una madre invia una lettera d’addio al figlio, anni luce lontano da lei».

Stefano Delacroix nasce a Taranto nell'agosto '66, da genitori leccesi. Dopo la militanza tra le band giovanili, scoperto da Maurizio Montanari, approda alla corte di Mimmo Locasciulli, pubblicando tra il '94 e il '97 i primi due album da solista, Ribelli e La legge non vale (entrambi per Ed. Hobo e distribuzione Sony Music). Delacroix ha già esordito nella letteratura nel 2007, con due romanzi, La memoria del mare (ed. La Riflessione) e Peristalsi (ed. Il Foglio).

venerdì 27 marzo 2009

Lo Yoga della Mente di Fred Alan Wolf (Macro edizioni)

Da qualche tempo seguo con una certa regolarità una serie di pubblicazioni che hanno messaggi sicuramente molto forti, e che nel campo dell’auto-aiuto danno un contributo notevole. Alcuni titoli che mi sento di indicare sono Miracoli di Stuart Wild, The Key di Joe Vitale e non per ultimo Lo Yoga della Mente del dott. “Quanto” Fred Alan Wolf per i tipi di Macro Edizioni. Il volume descrive come il pensiero possa produrre non solo eventi, ma attirare particolari condizioni di esistenza e dirigere il corso degli eventi. Non si tratta certo di saggi che riguardano la magia o la stregoneria, né hanno a che fare con qualsivoglia branca della letteratura esoterica e quindi cerimoniali o cose del genere. Per sommi capi (alla base la cosiddetta Legge d’Attrazione) vengono fusi con un approccio olistico, Fisica Quantistica, Tantra Yoga, bioenergetica e meditazione trascendentale. Ed ecco che come in uno splendido mosaico, i tasselli trovano ordinatamente il loro posto passando in rassegna Teoria della relatività speciale di Albert Einstein e lo Yoga di Patanjali. Ad ogni modo una lettura singolare e affascinante

Matera. Una guida di Gianpiero Bruno e Marcello Bruno

     Lo sguardo di due insider, una guida contemporanea al meglio di Matera tra passeggiate lente, musei, Sassi, chiese rupestri, il Novece...