Visualizzazione post con etichetta Francesca Mazzucato. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Francesca Mazzucato. Mostra tutti i post

venerdì 26 agosto 2011

Sinfonia Carnale. La città sulla pelle, di Francesca Mazzucato, e-book (Damster). Intervento di Nunzio Festa












Marie e Leonardo. Il destino comune. I luoghi: città, musiche. Il nuovo romanzo breve, pubblicato in formato e-book, di Francesca Mazzucato, “Sinfonia Carnale. La città sulla pelle” è composto e scomposto in sei sezioni; dove, essenzialmente una voce femminile, ma con l'innesto naturale d'una piccola oratoria dell'uomo della storia e corsivi che sono la sensualità spedita fuori dal destino della carta e dal rumore del file proseguono il lascito sensoriale destinatoci dagli epigrammi scelti in apertura: quattro poesie di Alda Merini, quattro poesie di Roberto Carifi, tre di Giorgio Seferis, un estratto in prosa da Angot, Rimbaud, I. Santacroce, Carmine Mangone e Marcos Torrente. L'incontro che scaraventa l'accordo nella melodia infuocata avviene, ovviamente fra Marie e il musicista Leonardo, all'Opera di Nizza, dove quest'ultimo a eseguito Rossini. Mentre Marie, in fermento passionale e rinnovata dai pezzi uditi osserva le mani di lui che diventeranno fra non molto sua proprietà, possesso del suo corpo voglioso. Fra Bach e Rossini, ancora. Mentre i luoghi diventano sempre di più. Gli hotel sono letti diversamente e affinemente alle apparizioni compositi nelle descrizioni narrative di Tommaso Pincio e Alain Elkann, per dire. Lui vive normalmente a Zurigo, quando non è in giro per il mondo a dare concerti. Lei invece abitava a Marsiglia e adesso s'è trasferita a Villefranche-sur-Mer a qualche metro da Nizza. Ma il posto che più di tutti alimenta la pelle è Parigi. La città di Cocteau: che ospiterà gli incontri amorosi della coppia. Ma soprattutto, in primis, la sospensione desiderosa che la donna costantemente mantiene nel petto prono. Le residenze quotidiane degli amanti sono distanti epperò appaino vicinissime. Persino quando Leonardo manca dalla carne di Marie per giorni e giorni. Che Leonardo ha persino una moglie, un matrimonio che veramente non vorrebbe chiudere. Marie corre inseguendo le pause e gli odori del suo uomo, della persona dalla quale non riesce e non vuole spezzarsi. Le vite di Marie e Leonardo, come si comprende da subito, sono destinate a cambiare. Specie in progetti e idea del futuro. Il desiderio e gli appagamenti consequenziali sono così potenti da inventare praticamente dal nulla una storia d'amore di quelle totali. Coma al solito, poi, gli accenti e i sottofondi che Francesca Mazzucato vuole nella sua narrazione sono le parole uniche che questa passione immensa potrebbe avere. Il barocco carnale di Francesca Mazzucato, scrittrice che già ha raggiunto vette elevatissime per esempio con “Hot Line”, “L'anarchiste” e altri romanzi erotici che si fanno ricordare e curato pubblicazioni importantissime d'altri autori anche, è la sola lingua che permette d'immaginare fino in fondo questa trama fitta di batticuori e urti della pelle, di sonorità dei tanti luoghi fatti pure a forza di personaggio e del fluire di ricordi che devono affacciarsi nella futura ulteriore passione. La musica è maggiormente, certo, quella reale. Come non è possibile non ascoltare le musica inventata dalla prosa maestosa e sensuale, goliardica e genuina dell'autrice bolognese. Per chi volesse scaricare il testo, è possibile farlo anche da qui: http://www.bookrepublic.it/book/9788895412504-sinfonia-carnale-la-citta-sulla-pelle/. Francesca Mazzucato con “Sinfonia Carnale” rende nuovamente omaggio alla fantasia e ai principi vitali degli esseri umani.

giovedì 16 giugno 2011

Lettera d'amore a Bertrand Cantant, di Francesca Mazzucato (Giraldi). Intervento di Nunzio Festa












Amore totale. E' quello che la scrittura di Francesca Mazzucato, della quale sappiamo molti libri, tanti dei quali, tra l'altro, lungamente amati - dall'”Anarchiste” all'ancora più datato “Web cam” passando per il più recente “Romanza di Zurigo” - , consegna all'anima e cantante dei Noir Désir: Bertrand Lucien Bruno Cantat. Cantante e cantautore, questa penna e uomo che Francesca Mazzucato legge e ascolta, quale “poeta” che segna nell'intimo più intimo, ha avuto e ha una vita, d'altronde che ispira. Oltre essere ispirata. Scorrevole come un romanzo, la “Lettera d'amore” dell'autrice bolognese (per origini, s'intende, visto che i giorni della scrittrice sono fra Bologna Liguria Francia...) è un vero e proprio parallelo: tra le parole di Cantat, e il suo corpo, ovviamente, e le parole di Francesca, e il suo corpo, è ovvio. Questo libro pulsante non poteva che essere scritto da questa autrice. Romanziera, traduttrice dal francese e curatrice di opere – vedi la riedizione del saggio di Serra su de Sade, l'impegno di Mazzucato è quello d'indagare le mutazioni del tempo, che passano per le carni, ma seguendo le indicazioni del passato che sono il classico allungato nell'imperidibile foga della Letteratura. I tanti rimandi contenuti in “Lettera d'amore a Bertrand Cantand”, infatti, conducono nei versi di Carifi e nel lirismo di Apollinaire. Perché, però, Francesca Mazzucato sceglie di fare questo romanzo interamente a fiore per Cantat? I testi di Cantat, non si può che rispondere, sono dolore e passione, ovvero il pegno che le anime viaggiatrici dei margini pagano a un'intonazione con il reale. Certamente, le cronache ricorderanno di quando il cantante dei Noir Désir fu imprigionato per aver ucciso sua moglie Marie Trintignant e quanto la sua ex moglie morì in casa dello stesso Cantat, più che certe volte la melodia di Le vents nuos portera, ma Francesca Mazzucato guarda oltre la cronaca del giornale che finisce nel cestino. Le note scritte di Francesca Mazzucato spiegano il mondo di Bertrand Cantat e la sua dedizione per gli emarginati, le sue irregolarità che sono il sapore del genio e l'amore totale, stragrande, che il cantante e autore aveva per Trintignant. Naturalmente, l'autrice ha composto quest'opera corale e non corale, corale perché piovuta ingenuamente e genuinamente dal cuore e non corale in quanto ragionata al di là delle competenze degli altri sguardi pur poggiati nella narrazione, iniettandole nel suo sangue tutte le posizioni di testo che potessero dare altro calore alle 'ambientazioni' sensoriali. Allora, infine, chiediamoci: è davvero una dichiarazione d'amore? All'interrogativo, evidentemente, diciamo di contro che siamo esattamente dove san Francesco portò il Cantico alle “creazioni”. Dall'Hotel Coma, Francesca Mazzucato ode le urla di piacere e i patimenti che poi scaraventa, modellandoli attraverso la sua solita lingua gemmata e più che barocca. Si fa, di nuovo, di centri commerciali desolanti e strade lucide, angoli sempre puzzolenti, coca che rinnova l'etere. Una terra, sappiamo, che pullula, è proprio il caso di dire, di “pugili, puttane, rockers, efebici ragazzi in vendita, casuali, passanti curiosi di corteggiare l'abisso, diseredati, donne che si sono vendute il cuore scisso senza anestesia per amore”. Luoghi nei quali, per dire, Bertrand Lucien Bruno Cantat s'è piantato. Che non basta il successo. Oppure manco quando il successo non c'è è tutto perfetto. E la missiva che abbiamo letto, condizionante all'impossibile, corteggia tanto altro ancora.

mercoledì 29 aprile 2009

“Dal Buco di una web cam”: la quinta puntata di HiPop!

Per la quinta puntata di Hi-Pop! su SalentoWeb Tv (www.salentoweb.tv) che andrà in onda giovedì 30 aprile 2009 alle 17,30, dal salotto del Caffè Letterario della Libreria Icaro in via L. Romano a Lecce, ho intervistato la giornalista Alessandra Bianco, che in fatto di Eros sia tra le pagine di un libro che in Rete, ne sa una più del diavolo! Si parlerà di luxury tech, peep culture, del nuovo PLAYBOY, di blog e web zine che si occupano di erotismo e affini, nonché di piccanti provocazioni editoriali e di bollenti spiriti. Un viaggio sul lato "caldo" della scrittura senza censura. Un avvertimento: si consiglia caldamente di vedere in coppia questa puntata!

Alcuni dei libri caldi della puntata:

Giorgio Santucci, Fem Dom, Coniglio Editore
Francesca Mazzucato, L' anarchiste, Editore Alberti
Francesca Mazzucato, Confessioni di una coppia scambista, Editore Giraldi
Anais Nin, Il delta di Venere, Editore Bompiani
Jeanette Winterson, Scritto sul corpo, Editore Mondadori
Aleksandar Prokopiev , Voyeur, Besa
Eroxè, Oxè Awards 2006, Editore Zona
Alessandra Bianco (a cura di), Carte segrete. Entra in scena l'eros
Anna Segre, Lezioni di sesso per donne sentimentali, Coniglio editore
Abel Wakaam, La Schiava, Emme K edizioni
Libera Eva, Libera Eva. Frammenti di erotismo decadente fra sogno e perversione, Scipioni Edizioni


I link più hot del momento:

http://coppiascambista2.blog.excite.it/
http://www.rossoscarlatto.net/
http://www.eroxe.it/
http://www.liberaeva.com/
http://www.playboy.it/


Info: Salento Web Tv
Indirizzo: Via Gramsci Lecce - Tel: 329.3982588
Email:info@salentoweb.tv

Donate