Visualizzazione post con etichetta Mauro Gulma. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Mauro Gulma. Mostra tutti i post

sabato 22 agosto 2009

OUT Deluxe (Cagliostro E-Press) di Marco Laggetta*

Cagliostro E-Press recupera, in antologia, il meglio della fanzine underground OUT.
Era il 1998 quando uscì il primo numero di Out. Animi incandescenti, voglia di sperimentare, un pieno di ossigeno per i polmoni, nuove idee e nuove storie per la testa e per lo stomaco. Fanzine come sinonimo di controcultura. Out per puntare il dito sulle cose sbagliate, le persone, le parole sbagliate, gli esclusi dal discorso che poi sono il solo discorso da prendere a cuore. Oggi OUT torna con un formato tutto nuovo e la stessa identica voglia di provocare, per i tipi della Cagliostro E-Press.
L’obiettivo di Out è sempre stato quello di centrare il nucleo di un fermento sotterraneo sconosciuto ai più: ci sono in ogni arte molte piccole realtà underground, dislocate e sincretiche, che si muovono in punta di piedi parallelamente alla cultura massmediatica, per colonizzare nuovi territori e covare le loro uova. Fumetti, illustrazioni, articoli, poesie, racconti... tutto questo è Out. Nuovi e vecchi autori con in comune la medesima urgenza di raccontare. Alla miglior produzione dello storico gruppo OUT si aggiungono, in quest'edizione di prestigio, i contributi speciali di nuovi e giovani autori del fumetto underground italiano, fra i quali basti citare i pugliesi Mauro Gulma e Claudia Piccolo, entrambi alle prese, nelle loro storie, con la ricerca ed il senso della libertà. Il primo, nella sua “Prison/life”, illusione ultima di un condannato a morte, sorprende da un lato per il cinismo e la lucidità della sua narrazione, dall'altro per la scelta di uno stile fortemente caricaturale: un connubio degno della migliore tradizione eisneriana.
La seconda, in “Animalaux”, racconta, con un umorismo poetico, la scelta della prigionia come rinuncia volontaria alla libertà. OUT Deluxe racchiude 140 pagine di originalità e sperimentazione, di assoluta, prorompente, irriverente libertà espressiva. Nella collana PTP della Cagliostro E-Press torna, in un volume antologico, curato da Baldo Di Stefano, una delle fanzine storiche del fumetto italiano underground, una vera chicca per intenditori.

*redazione Talkink

mercoledì 17 giugno 2009

Talkink: uno speciale da paura di Angela Leucci ( redazione Talkink)




















Alla boa del primo anno di lavoro, il periodico monotemaico di letteratura e fumetti Talkink edita il primo speciale. Tema: la paura.

È stato un anno da paura, un anno di notti insonni, di copertine in forse fino all'ultimo momento, di bozze da correggere e di esordienti che ci hanno inondato di materiale. Il primo anno di Talkink, periodico monotematico di narrativa, poesia e fumetti si chiude e un altro se ne apre, con questo speciale sulla paura. Con una splendida copertina, realizzata dal maestro Lele Vianello, autore di mille e mille avventure, come la misteriosa “Calle de la paura”, contenuta in questo numero. “Calle de la paura” racconta una suggestiva storia ambientata a Venezia, in cui un uomo, per sfuggire agli orrori del manicomio, finisce in un incubo di esperimenti umani e gendarmi conniventi e forse segreti massonici. Un fumetto di tensione con una struttura narrativa molto “francese”, che non esula da colpi di scena e ironia di fondo e di sfondo. Tra gli esordienti di questo numero, molto interessanti sono le storie a fumetti di Francesco Murrone e Mauro Gulma. La prima narra la vicenda di Virginia Cacioppo, l'ultima vittima della saponificatrice di Correggio, Leonarda Cianciulli: un pasticcino parlante avvisa la futura vittima del suo destino, ma ormai è troppo tardi e Virginia verrà sacrificata per scongiurare la paura atavica della morte. La seconda storia tratta invece il più celebre mostro informe della nostra infanzia di occidentali, il Baubau: una paura che prende le forme che l'immaginazione le da, un po' nonna defunta, Babbo Natale, capitan Coraggio e infine coniglio di pezza, a metà tra quello di Donnie Darko e il Genio delle Pippe. Infine, nell'albo troverete la terza puntata del detective Wild, l'investigatore somigliante a Gene Hackman nato dalla penna di Ilaria Ferramosca. Molto altro ancora lo scoprirete solo vivendo (e leggendo). Per ordinarci, ci trovate nelle fumetterie e librerie di tutta Italia sui cataloghi Mega e Anteprima.