Visualizzazione post con etichetta Massimo Lolli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Massimo Lolli. Mostra tutti i post

domenica 26 aprile 2009

Il libro del giorno: Il lunedì arriva sempre di domenica pomeriggio di Massimo Lolli (Mondadori, pp.199, euro 18)

A Vicenza si fa sesso per cooptazione. Non è importante corteggiare, è importante accrescere la propria appetibilità sociale. E Andrea Bonin, manager di successo dei Tessuti Brustolon, è l'uomo più cooptato in città. Donne giovani, meno giovani, non più giovani, tutte cercano Bonin. Ma lui da tempo non si vede più in giro, pare che lavori a Milano. Eppure è a Vicenza, non a Milano, solo che non si fa vedere. Sbuca di buon mattino dal suo palazzetto d'epoca nel centro storico, imposta curriculum, telefona a segretarie che non gli passano il capo, vaga per cimiteri, seduce giovani donne, raccatta attempate tardone. Ha perso il lavoro da più di un anno e non ne trova uno nuovo. Lui che era un figo è diventato uno sfigato, e non vuole che si sappia in giro. L'unica speranza è a diecimila chilometri da casa, a Shanghai, dove ha un appuntamento con Mister Ma, top manager della Whang Corporation... In diretta dalla realtà, narrato dalla viva voce del protagonista, Il lunedì arriva sempre di domenica pomeriggio è un romanzo crudo ed esilarante sul nostro tempo, dove invecchiare è una colpa, lavorare un privilegio, amare un lusso.

Massimo Lolli ha pubblicato Innamorarsi di una milanese (Archinto 1995), Volevo solo dormirle addosso (Limina 1998) - da cui è stato tratto l'omonimo film per il cinema presentato al Festival di Venezia nel 2004 -, Io sono Tua (Piemme 2003). Ha scritto la sceneggiatura di No Smoking Company, Globo d'Oro 2007 per il miglior cortometraggio. Ha compilato la voce "Manager" per il Dizionario affettivo della lingua italiana (Fandango 2008).

casa editrice: http://www.librimondadori.it/web/mondadori/home

"In sette capitoli come i giorni della settimana, l'irriverente Massimo Lolli racconta la disoccupazione vissuta da over 50"

di Silvia Pingitore
da Il Venerdì di Repubblica (numero 1101 del 24/04/09) p. 94

DONATE PLEASE