Motori ricerca: il tuo sito in prima pagina su Google

venerdì 19 febbraio 2021

Graal, simbolo millenario. Leggenda, storia, arte, esoterismo di Giovanni Sessa (Edizioni Arkeios, 2019)

 

 

 

Non esiste nella storia della letteratura mondiale una serie di racconti che, come quelli graalici, abbiano suscitato così diverse interpretazioni. Nel libro Graal Simbolo Millenario, Leggenda, Storia, Arte, Esoterismo a cura di Giovanni Sessa, tutto questo viene portato in luce. C'è chi ha voluto vedere nel Graal una leggenda cristiana, chi l’ha fatta risalire a un’origine celtico-pagana, chi l’ha voluta frutto di una influenza indo-orientale o siriaca. A queste ipotesi si aggiungono quelle che mettono in gioco l’alchimia, le dottrine dei catari o dei persiani. Da qui l'esigenza di individuare il senso ultimo di questo simbolo millenario.
I saggi che compaiono in questo volume discutono il simbolismo graalico da più punti di vista. Indagano gli aspetti leggendari e mitici, storici e letterari, artistici ed esoterici, inerenti la «cerca» della Sacra Coppa. Sono il frutto del lavoro di scavo filologico e teorico dei più noti studiosi italiani dell’argomento. Dalla lettura di queste pagine si evince la centralità delle posizioni espresse, sul tema, da Julius Evola: «Il Graal ha un contenuto vivente, un “mistero”, che a tutt’oggi può dirsi in larga misura ignorato. Il piano che gli è proprio è quello di una tradizione metafisica nel senso più vasto del termine, e solo da questo punto di vista esso può venir colto secondo il suo significato più vero».
Questo saggio individua premesse teoriche generali utili al lettore per comprendere l’importanza del simbolo del Graal.
Nella società della comunicazione di massa in cui siamo calati, assistiamo ad un enorme flusso di pubblicazioni sul Graal, così come a un numero rilevante di opere cinematografiche dedicate alla “cerca”. Molte di esse sono vere e proprie mistificazioni della storia e delle
problematiche graaliche.
Il Mistero del Graal fornisce al lettore strumenti teorici per ottenere orientamenti seri, in merito alla Tradizione e al senso che essa assume nella contemporaneità, ma soprattutto nei confronti della stessa ricerca graalica. Il tema del saggio ha a che fare con il recupero, a un tempo, dell’egemonikon individuale e dell’ordnung comunitario, nella convinzione platonica che non si possa giungere al secondo, se non attraverso il coerente perseguimento del primo. Per questo scopo, è d’obbligo partire dal presente. Meglio, da ciò che il mistero graalico ha prodotto ai nostri giorni.

INDICE
Introduzione: Evola, il Graal e l'Impero interiore - di G. Sessa
Prologo: Perchè Evola scrisse Il Mistero del Graal - di G. de Turris
Premessa alla prima edizione del 1937, di Julius Evola
Epilogo alla prima edizione del 1937, di Julius Evola
Cap. 1 - Il Graal la leggenda e la reliqua
Cap. 2 - Chrétien de Troyes, Wolfram von Eschenbach e Julius Evola
Cap. 3 - Il Graal tra leggenda e esoterismo: il Parzival di W. von Eschenbah
Cap. 4 - Il Graal e i Catari secondo Julius Evola
Cap. 5 - Il Graal e l'Oriente
Cap. 6 - Il Graal nell'arte
Cap. 7 - Il Graal come percorso interiore e visione politica
Bibliografia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.