Motori ricerca: il tuo sito in prima pagina su Google

Visualizzazione post con etichetta Massimo Teodorani. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Massimo Teodorani. Mostra tutti i post

giovedì 26 gennaio 2012

TESLA LAMPO DI GENIO DI MASSIMO TEODORANI (Macro edizioni)


Tesla Lampo di Genio - Libro



A quasi 70 anni dalla sua scomparsa (il 7 gennaio 1943) vogliamo rendere omaggio al genio di Nikola Tesla. Nonostante la grandissima importanza dei suoi studi, non hai mai avuto il giusto riconoscimento, se non tardivo e comunque mai esteso. Il suo nome è ignoto ai più, così come le sue origini serbe. Per questo motivo oggi presentiamo due opere indispensabili per conoscere e apprezzare la vita e le straordinarie scoperte di Nikola Tesla. Tutto sulla vita di Nikola Tesla, sulla sua formazione, le sue invenzioni e inclinazioni, la sua intelligente sensibilità…
La storia della scienza non sempre ha reso il giusto tributo a coloro che ne sono stati i veri protagonisti, al contrario spesso ha dato spazio a impostori, opportunisti senza scrupoli, o a veri e propri ladri di idee. Nikola Tesla è stato uno dei più originali inventori che il mondo abbia mai conosciuto, è a lui che dobbiamo l’energia elettrica – in particolare le correnti alternate – di cui usufruiamo ogni giorno, ma anche tantissime altre invenzioni come le lampade a fluorescenza (neon), la radio, la TV, il radar, la turbina, i robot, le macchine elettroterapeutiche, invenzioni che troppo spesso sono state attribuite ai protagonisti dei libri scolastici: Edison per l’energia elettrica, Marconi per la radio…
In molti conoscono o hanno sentito parlare alla lontana della sua vita professionale poliedrica ma contrastata, e la sua memoria giace un po’ sfocata, astrusa come quella di ogni genio incompreso e non riconosciuto. Questo libro intende sottrarre la sua vita e le sue invenzioni da questo tipo d’oblio rassicurante per restituirle con fedeltà ai fatti del suo operato, rendendo onore alla sua indagine, alla sua intelligenza e originalità, che lo portarono a incontrare ostacoli di ogni genere. Il libro è strutturato in due parti, la prima riguardante lo studio del personaggio e l’altra prettamente storico-scientifica.

lunedì 24 ottobre 2011

I Grandi numeri celesti di Massimo Teodorani (Macro edizioni)


I Grandi Numeri
Celesti Buono

Con I Grandi Numeri Celesti il noto astrofisico Massimo Teodorani propone un nuovo ed entusiasmante viaggio, dove il lettore viene proiettato negli sconfinati spazi di ciò che lo circonda, partendo dal confronto con i numeri della realtà quotidiana. Distanze, tempi, velocità, masse, temperature, potenze luminose, energie e campi magnetici sono analizzati da una nuova prospettiva, che aiuta il lettore a sentirsi parte dell’universo, a sentirlo sulla propria pelle. Nel libro I Grandi Numeri Celesti si parte dai numeri che caratterizzano la distanza Terra-Luna per arrivare alle grandi distanze cosmologiche. Si comparano le dimensioni degli oggetti celesti con quelle degli oggetti conosciuti della fisica atomica, nucleare e subnucleare (come atomi, elettroni, quark, ecc…), portando il lettore dalle immense scale spaziali e temporali della macrofisica (astronomia e astrofisica) alle minutissime scale dell’infinitamente piccolo. E si finisce con un grande salto nel regno quantico dove tutto – grazie all’affascinante magia dell’entanglement – si ricongiunge a un’unica entità immanente, invisibile e al di là del tempo e dello spazio, che non risponde a forze meccaniche, termodinamiche o elettromagnetiche, ma ad un “campo di forma” nel quale l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo si fondono.


giovedì 2 luglio 2009

La fisica del successo di Natalie Reid (edizioni Il Punto d'Incontro)

Entanglement, è un termine anglosassone usato tra gli studiosi di fisica quantistica (Massimo Teodorani è un luminare in questo campo di studi) che sta a significare “intreccio”, anche se a mio avviso, sarebbe forse più appropriato usare la parola “legame” che in un tale ambito specifico indica che le particelle si comportano come un tutt’uno organico. Se si volesse avere un’idea di ciò di cui si sta parlando si può fare tranquillamente riferimento all’esperimento più importante, del 1982, fatto dal fisico francese Alain Aspect dove si osservò che se si cambiava una proprietà (come ad esempio lo spin o la polarizzazione) della prima particella cambiava nello stesso istante anche la proprietà dell’altra. E l’Osservazione eseguita dall’Osservante sembra essere il fulcro di tale mutazione, ovvero è emerso che l’atto della misura perturba la prima particella come lo stato della particella gemella. Naturalmente si tratta di un fenomeno quantistico confermato solo su di un piano microscopico. Ma modelli teorici recenti e complessi uniti ad uno studio meticoloso del cervello, pensiamo a al modello di “neurodinamica quantistica” proposto da Roger Penrose e dall’anestesiologo Stuart Hameroff, prevedono che le nostre strutture micro-tubulari, l’architettura complessiva dei neuroni cerebrali, funzionino sull’intera massa cerebrale attivando uno stato di “legame coordinato” tra loro, che si configura poi in un vero e proprio atto di coscienza. Fisici teorici come Brian Josephson, fisici sperimentali e psicologi sperimentali come Robert Jahn, Dean Radin e Roger Nelson, sono convinti che la telepatia e la “coscienza collettiva”, siano eventi concreti e tangibili frutto di intrecci quantici tra due o più coscienze separate tra di loro ma che tra loro comunicano con lo stesso meccanismo della risonanza. Pare dunque che il nostro inconscio puntualmente (la manifestazione del fenomeno potrebbe farlo sembrare invece un evento improvviso) possa “ricordarsi” che esiste un’anima gemella che vive da sempre in simbiosi con noi, e allora tutto accade in maniera simultanea, anche se può sembrare che il Caso ci metta il suo zampino. Insomma il mondo dei quanti rivela chiaramente che l’uomo può influire molto più di quanto pensa sul corso della sua vita. Ma non è vitale conoscere le complessità della fisica quantistica per mettere in pratica i suoi insegnamenti. Per le edizioni Il Punto d’Incontro esce “La fisica del successo” di Reid Natalie ovvero come usare gli incredibili segreti della fisica quantistica per creare la vita che desideri. Continuano gli interessanti contributi di autori legati in qualche modo al New Tought, e questo libro riconferma la bontà del progetto teoretico, dimostrando come si può cambiare la propria vita, avere un lavoro migliore, una casa, più denaro, qualcuno da amare o a raggiungere altri obiettivi di miglioramento personale. La fisica del successo aiuta a comprendere come siamo entrati in possesso di ciò che ci sta riservando l’esistenza e come modificarlo per ottenere la vita che si desidera. Primo passo importante da prendere subito in considerazione è quanto scrive l’autrice stessa a pag. 55 e 56: “ Qualunque sia la relazione di una persona con Dio, l’idea di Colui che fa funzionare la Grande Macchina non è più sostenibile. Non siamo pezzi inermi su una scacchiera, semplici distrazioni per un Dio che ha già deciso tutto. Non siamo soldatini che marciano dentro un piano predeterminato. Anzi, come prova la fisica quantistica, il mondo trabocca di potenzialità e promesse, e questo cambia tutto”. Dunque abbandonare la fisica deterministica di Isaac Newton (ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria) per prendere consapevolezza che il misterioso mondo dei quanti dimostra la nostra inconfutabile capacità di influenza sul corso della nostra vita: noi siamo co-creatori dell’universo. Ma per attivarci in questo occorre partire da una profonda assunzione di responsabilità individuale nell’intraprendere una data azione, e si tratta di un processo che la Reid illustra , unendo alle sensazionali scoperte della fisica quantistica, un lavoro di carattere pisco-antropologico approfondito e utile al lettore per guarire dalle ferite del passato, evitare l’auto­sabotaggio, a operare straordinari cambiamenti nelle relazioni personali, nel lavoro, nel rapporto con il denaro e in qualsiasi altro settore della vita. Attraverso un sistema in cinque passi (Assumetevi la responsabilità, Indagate ed eliminate, Progettate e create, Osservate e dategli forma, Dategli senso e valore), pratico e facile da usare, “La fisica del successo” fornisce potenti tecniche e meditazioni che stimolano l’inconscio a creare esattamente il futuro che desideriamo. Un consiglio: non lasciatevi intimorire dai numerosi riferimenti al pensiero dei più grandi esponenti della fisica quantistica come Werner Heisenberg, Hugh Everett o Max Planck o ancora Erwin Schrodinger … al termine della lettura del volume sarà tutto fin troppo chiaro

“L’universo è nato ed esiste solo perché lo osserviamo... A livello microscopico, noi partecipiamo nel creare il passato, così come il presente e il futuro”.

John Archibald Wheeler, astrofisico ideatore del concetto e del termine buchi neri

"Sulla mia scrivania capitano libri importanti solo sporadicamente, ma quando ho letto il libro di Natalie Reid ho capito che si tratta di un titolo che resisterà alla sfida del tempo, assieme ai capolavori di Napoleon Hill e Norman Vincent Peale. La fisica del successo è già un classico".

Vin Smith, The Midnight Bookworm

Natalie Reid ha un dottorato in Psicologia e ha approfondito le sue ricerche anche nel campo della fisica quantistica. Esercita come psicologa, unendo al coaching e alla meditazione l’espe­rien­za maturata in tren­t’anni di attività e stimolando la consapevolezza del­l’im­­portanza del legame tra mente e corpo. Ha lavorato con numerosi team di management di grandi aziende, come Bank of America, Isaac, Char­les Schwab and Fair, Progressive Corp. Natalie è spesso ospite di trasmissioni radiotelevisive e i suoi contributi vengono pubblicati da quotidiani e riviste. Vive negli Stati Uniti, tra la baia di San Francisco e il New England.

Come usare gli incredibili segreti della fisica quantistica per creare la vita che desideri.
ISBN: 9788880936541

Prezzo € 14,90


Compralo su Macrolibrarsi