Visualizzazione post con etichetta Gianni Ferrara. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Gianni Ferrara. Mostra tutti i post

martedì 9 giugno 2009

Il libro del giorno: La quinta Repubblica. Da De Gaulle a Sarkozy di Umberto Coldagelli (Donzelli)

Al compimento dei suoi primi cinquant'anni (1958-2008), la quinta Repubblica francese sembra longeva, se confrontata alla quindicina di regimi politici che l'hanno preceduta, dalla Rivoluzione francese in poi. Si tratta di un sistema politico del tutto singolare nel panorama istituzionale delle democrazie occidentali, imperniato com'è intorno alla figura di un presidente tanto onnipotente quanto irresponsabile di fronte alla rappresentanza nazionale, che trae la sua legittimità dall'elezione popolare diretta, introdotta del resto tardivamente in una costituzione che invece delinea un sistema parlamentare, sia pure con forti poteri del governo. Il libro segue l'evoluzione istituzionale della quinta Repubblica, focalizzando la sua definitiva consacrazione con l'avvento della sinistra al potere, realizzato da Mitterrand nel 1981, ed evidenziando la sua interazione con i processi evolutivi della società, dell'economia, della cultura francesi. Processi che in gran parte si riassumono anche in Francia in un depotenziamento della politica: crisi dello Stato-nazione, dello Stato sociale, della rappresentanza, dei partiti, dei sindacati; incontrollabile spontaneità dei movimenti sociali, spettacolare personalizzazione della competizione, non di rado foriera di scandali e malcostume. Il libro si chiude con l'esame critico del progetto di riforma costituzionale preparato su incarico del presidente Sarkozy dal Comitato Balladur approvato nel luglio del 2008.

"Chi legge, per vizio congenito o per virus introitato da bambino e ha trasfromato magari in mestiere il vizio o il morbo, quando arriva alle ultime pagine di un bel libro può indisporsi nel doversene congedare. La lettura della Quinta Repubblica da De Gaulle a Sarkozy di Umberto Coldagelli mi ha addirittura irritato: avrei voluto scriverlo io. Lungi dal separare la descrizione delle peculiarità che caratterizzano le singole istituzioni dalle vicende che si sono succedute via via che il regime si andava costruendo, definendo, modulando, consolidando nella sua conformazione, l'autore connette le une alle altre, ne fa vivere le contraddizioni, ne spiega le matrici non solo culturali (...)"

di Gianni Ferrara tratto da Il Manifesto del 9/06/09, p. 12

casa editrice Donzelli: http://www.donzelli.it/

La quinta Repubblica. Da De Gaulle a Sarkozy.
L'evoluzione di un presidenzialismo extra-costituzionale di Umberto Coldagelli
2009, V-184 p., Donzelli (collana Saggi.Storia e scienze sociali)