Motori ricerca: il tuo sito in prima pagina su Google

Visualizzazione post con etichetta Africa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Africa. Mostra tutti i post

martedì 10 gennaio 2012

VERSANI IN NEW YORK























“Ara, Designer/CEO, was born in Liberia, Africa, where the beauty of the world struck him at an early age. Upon arrival in the United States in 1985, Ara turned to his artistic renderings and sought an outlet for his creative vision. Working from his loft in Soho, Ara began exhibiting his jewelry designs in 1992 at industry trade shows. Quickly finding enthusiastic buyers, Ara invested himself fully into building this business, eventually leading to the opening of his first NYC retail store on the edge of SOHO on Bleecker Street. Ara has now successfully opened the Versani Flagship Boutique in the heart of SOHO on Mercer Street, in addition to opening two more retail stores across the country - the elegant Mulberry Street location in Nolita, NYC, and our southern hot-spot location in Miami's South Beach. Moving forward is a constant goal of Versani Jewelry.
Locations and Hours

Opening hours: Mon - Sun 11-9

Versani Soho
152 Mercer St.
NY.NY.10012
212.941.9919

Versani Nolita
227 Mulberry St.
NY.NY.10012
212.431.4944
Versani South Beach
201 11th Street
Miami Beach, FL 33139
305.674.9595”



domenica 14 giugno 2009

Il libro del giorno: Cinafrica. Pechino alla conquista del continente nero di Michel Serge e Beuret Michel (il Saggiatore)

In cerca di petrolio e materie prime per nutrire un'espansione inarrestabile, Pechino si è lanciata alla conquista dell'Africa, che attendeva da troppo tempo una rinascita postcoloniale. E per i cinquecentomila cinesi che vi si sono riversati il continente nero è la promessa di un Far West del ventunesimo secolo. Alcuni hanno già fatto fortuna, altri vendono ancora paccottiglia ai bordi delle strade infuocate dei paesi più poveri del mondo. Per gli africani è forse l'evento più importante dei loro quarant'anni d'indipendenza. I cinesi non assomigliano agli ex coloni. Seducono i popoli perché costruiscono strade, dighe e ospedali, e i dittatori perché non parlano di democrazia o trasparenza. Lungo le ferrovie dell'Angola, nelle foreste del Congo e nei karaoke in Nigeria, Serge Michel e Michel Beuret, insieme al fotografo Paolo Woods, hanno percorso quindici paesi sulle tracce dei cinesi arrivati in Africa e di un nuovo mondo abitato da imprenditori pionieri e lavoratori sfruttati, da progresso e contraddizioni. Dalle campagne impoverite nel cuore della Cina alle poltrone in cuoio dei ministri africani, gli autori ci raccontano l'avventura dei cinesi partiti per costruire, produrre e investire in una terra che per l'Occidente è ormai condannata a ricevere solo aiuti umanitari.

"(...) Cinafrica, Pechino alla conquista del continente nero, un lunghissimo reportage frutto di due anni di viaggi in quindici paesi africani, sulle orme di una presenza, quella cinese, che continua a crescere,provocando inquietudini, dubbi e polemiche, ma che sta davvero cambiando il tracciato della storia nel continente nero!"

Angela Pascucci tratto da Il Manifesto del 14/06/09 p. 12

casa editrice Il Saggiatore: www.saggiatore.it

Cinafrica. Pechino alla conquista del continente nero di Michel Serge e Beuret Michel, 2009, 234 p., Il Saggiatore (collana La cultura)