Motori ricerca: il tuo sito in prima pagina su Google

Visualizzazione post con etichetta Aìsara. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Aìsara. Mostra tutti i post

venerdì 2 dicembre 2011

Il libro del giorno: Un altro giro, sciamano di Lucian Dan Teodorovici (Aìsara)























In una serata come tante, fra un giro di whisky e l’altro, mentre in sottofondo continua a girare Dance me to the end of love una semplice domanda dà il via a un racconto travolgente. Storie di attese, di fallimenti, gelosie, incomprensioni viaggiano in quel fluire indistinto e complicato che è il ritmo della vita. Coinvolgente come un ballo senza tempo, come un viaggio on the road che rivela all’improvviso un luogo dimenticato e meraviglioso.

LA CITAZIONE – “Tra un sorso di J&B e l’altro parlavamo, un po’ a vanvera, di Cohen, e questo perché io ero nel mio periodo Cohen ormai da settimane. Il barista sudato e nervoso non la smetteva di sospirare e rimetteva la canzone solo perché a un certo punto si era ritrovato con una banconota in tasca. Eppure io volevo che anche lui si godesse l’atmosfera, quella sua espressione corrucciata mi infastidiva un po’, perciò l’ho chiamato al tavolo e gli ho spiegato come Leonard si fosse rifiutato di vendere il pezzo Democracy per la campagna elettorale di Bill Clinton, dicendo che sperava che la canzone durasse quanto una Volvo, ovvero una trentina d’anni, non quanto un’amministrazione presidenziale americana, che poteva durare al massimo otto anni. E il barista ha risposto, non meno corrucciato di prima, anche se con una certa amabilità nella voce: «Ma davvero una Volvo dura trent’anni?».”

Lucian Dan Teodorovici (nato nel 1975 a Rădăuţi, Romania) è coordinatore della collana “Ego. Proza˘” della casa editrice Polirom, sceneggiatore e scrittore di racconti, romanzi, teatro e articoli per riviste romene (“Suplimentul de cultura˘”, “Dilema veche”, “Observator cultural”) e straniere (“Au Sud de l’Est” di Parigi e “Wienzeile” di Vienna). I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna, Germania, Stati Uniti, Ungheria, Egitto. Nel 2011 è stato ospite al Festival L’Isola delle Storie di Gavoi e al Festivaletteratura di Mantova.