mercoledì 17 novembre 2010

Così si mantenevano in vita di Enrico Diciotti (LietoColle)

















I. L'ABETE
poiché l'abete dopo tre o quattro// natali sembrava sofferente nel suo piccolo// vaso, decisero di trapiantarlo// al margine di un bosco, su un declivio erboso// forse avanzo di un campo abbandonato.// Divenne alto e robusto e respirava// lentamente al vento delle colline// e a mezzogiorno la sua ombra bagnava// un cerchio bruno scricchiolante di aghi.// E così cominciarono a lasciargli// offerte allo scopo di ingraziarselo:// qualche pezzo di pane, qualche ciotola// di latte//(Anche una grossa pietra che era lì accanto,// con i riflessi azzurri come il cielo,// pregavano ogni tanto.)// Era così// che si mantenevano in vita//
Enrico Diciotti è nato a Siena nel 1960. Vive nella campagna senese. Così si mantenevano in vita è la sua opera prima. In copertina: Celestografie, August Strindberg, 1894.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2