sabato 31 ottobre 2020

Últimas novedades de Amazon en Cervezas

Últimas novedades de Amazon Espana en Alimentación y bebidas

Ver más Últimas novedades de Amazon Espana en CDs y vinilos

Últimas novedades de Amazon Espana en Belleza

Le novità più interessanti di Amazon per la sezione Birra

Le novità più interessanti di Amazonin App e Giochi

Hawiton (pigiami uomo, donna, premaman, pantaloni da donna)

 

 

 Info link Store

 https://www.amazon.it/stores/page/CB46276C-92A0-4719-B9CA-16DB5F50055A/ref=as_li_ss_tl?ingress=0&visitId=c0db46c2-6b15-476e-a67e-173c5910ea17&linkCode=ll2&tag=stefanodonno7-21&linkId=40aee6717c22877aa2584cb3449df003

Le novità più interessanti di Amazon nella sezione Abbigliamento

LA SCELTA - THE CHOICE I Teaser Ufficiale I FILM BREVE IN ESCLUSIVA SU R...

BOAVISTA "LÌ DOVE CI SONO LE STELLE" - FUORI IL 30 OTTOBRE IL DISCO D’ESORDIO DELLA BAND POP-ROCK BOLOGNESE

Si intitola “Lì dove ci sono le stelle” il primo disco dei Boavista. Un album composto da otto brani che spaziano tra il pop-rock anglosassone e la canzone d’autore italiana, influenzata tanto da elementi della musica elettronica quanto dalla tradizione pop.

Si tratta di canzoni d’atmosfera con sferzate rock (“Penelope” e “Ruggine”) arricchite da chitarre distorte e synth utilizzati al momento giusto, senza mai eccedere. 

«Cantiamo “Lì dove ci sono le stelle” quasi a voler indicare dove dirigere lo sguardo in un momento dove la tensione sale e gli occhi hanno bisogno di spazio e immaginazione. È un disco che recupera le nostre esperienze riportandoci sotto lo stesso cielo»

 


 

Deep fake, l’asso che Trump potrebbe calare all’ultimo secondo della campagna elettorale

Il deep fake è il grande assente sulla scena politica americana. Almeno fino ad ora. Ma l’attenzione, e la paura che possa entrare in gioco, restano alte. Proprio come la tensione tra democratici e repubblicani: uno stallo che potrebbe spingere qualcuno, più probabilmente Donald Trump, a giocarsi l’asso nascosto nella manica all’ultimo momento o, peggio, all’indomani di quella che potrebbe essere l’elezione più contestata degli ultimi decenni. D’altra parte, fino a oggi non abbiamo visto nulla di quello che potrebbe fare l’intelligenza artificiale per pilotare un’elezione: per sostenere lo storytelling è stato sufficiente ricorrere a semplici shallow fake, video rallentanti o lievemente alterati senza l’ausilio dell’intelligenza artificiale che hanno successo semplicemente perché alimentano una narrativa già registrata dall’utente. Come a dire che si trasformano nella prova di una tesi già introiettata e che quindi si sposa perfettamente con la visione del mondo che chi guarda ha già registrato.

Non è cosa da tutti

Il deep fake fa paura perché è qualcosa di molto più serio e avanzato tecnologicamente: distinguere un video creato in questo modo è estremamente difficile, servirebbe un team di esperti che avrebbe comunque bisogno di giorni – o più probabilmente di settimane – per capire se si tratta di un falso.

Ma come mai è così difficile distinguere un deep fake da un semplice video? Facciamo un piccolo punto tecnico per capirlo. Per creare un deep fake si utilizzano algoritmi di intelligenza artificiale, che sovrappongono due video indipendenti, già esistenti. È una tecnica che si basa su tecniche di deep learning, ossia su reti neurali strutturate su vari livelli di profondità, allenate a imparare modificando la propria struttura.

In particolare, vengono utilizzate delle GAN, Generative Adversarial Network, ovvero due reti neurali che “giocano” tra loro in una sorta di guardie e ladri in cui una rete cerca di diventare sempre più brava a creare dei falsi e l’altra a scovarli. Questo botta e risposta, che si svolge con velocità impensabili per degli esseri umani, ha come effetto di produrre dei deep fake sempre migliori.

È evidente quindi che per creare algoritmi del genere servono strumenti sofisticati non ancora a disposizione del grande pubblico, motivo per cui i deep fake non sono entrati sulla scena della campagna elettorale americana. D’altra parte, non avrebbe neppure senso inondare la rete di video di questo tipo: infatti, come abbiamo visto, sono più che sufficienti semplici video virali per sostenere la narrativa di una campagna, con lo scopo – magari – di giocare l’asso deep fake all’ultimo minuto o addirittura un minuto dopo la chiusura delle urne. A maggior ragione se davvero le elezioni del 2020 saranno decise dalla Corte Suprema in seguito ad eventuali denunce di brogli. E in uno scenario caotico e confuso, il deep fake creato ad arte per alimentare il disordine o seminare il panico potrebbe decidere il destino degli Stati Uniti per i prossimi quattro anni.

Le responsabilità dei social

In tutto questo, i social hanno una responsabilità enorme, perché sono impegnati ad amplificare le notizie sfruttando contenuti divisivi e infiammatori senza preoccuparsi che siano vere. Con il risultato che la verità ha un eco sempre inferiore delle fake news. La condivisione serve ai social network per creare engagement e generare profitti, motivo per cui non è mai stata e mai sarà neutrale: finché saranno le metriche a guidare il mercato, l’interesse sarà verso contenuti acchiappa click. Senza preoccuparsi di informare il pubblico che sta guardando un fake.

Negli Stati Uniti il problema sta esplodendo: al centro del dibattito c’è il ruolo che avrebbe avuto proprio Facebook dall’escludere dalla sezione news alcune testate pro dem; ma nel mirino sono finite anche le comunità locali vittime di fake news. Ad esempio, sembra che siano state create alcune notizie false in lingua spagnola per andare a influenzare il voto della comunità latina. Questo tipo di contenuti, per via della lingua diversa, passano sotto i radar dell’informazione mainstream, e proprio per questo sono capaci di indirizzare il voto senza che nessuno se ne accorga.

Ancora una volta, la scienza e la tecnologia ci hanno messo davanti a un bivio: la ricerca ci ha dotati di uno strumento eccezionale come l’intelligenza artificiale e ci ha lasciati liberi di usarlo per migliorare le nostre vite o per distruggerle. Spetta a noi decidere come sfruttare questo enorme potenziale. Di certo non possiamo rinunciare a governare un fenomeno così potente.

 

Informazioni su Indigo.ai

Siamo uno studio di Conversational AI che progetta e costruisce assistenti virtuali, tecnologie di linguaggio ed esperienze conversazionali. Nati a Settembre 2016 tra i banchi del Politecnico di Milano da un’idea di cinque giovani (Gianluca Maruzzella, Enrico Bertino, Marco Falcone, Andrea Tangredi e Denis Peroni - ad oggi quasi tutti under30), abbiamo realizzato assistenti virtuali per alcune delle aziende più innovative al mondo, tra cui banche, assicurazioni, case farmaceutiche, etc. Abbiamo costruito un framework proprietario di Natural Language Processing che, sfruttando l'intelligenza artificiale, è in grado di comprendere le informazioni nel testo o nella voce in maniera completamente automatica: grazie a questo framework aiutiamo le aziende ad automatizzare conversazioni, efficientare processi, alleggerire il customer care ed ingaggiare i clienti in maniera super personalizzata. Il nostro team è formato da 20 persone e operiamo sia in Italia che all'estero. Tra il 2017 e il 2020 siamo stati scelti due volte come rappresentanti della delegazione delle start-up italiane al CES di Las Vegas e abbiamo vinto tre riconoscimenti del premio Gaetano Marzotto – tra i più importanti nel panorama dell’innovazione.

Vea - Le Quattro Mura Di Turno

The most powerful iPhone ever

High-Rise Invasion | Official Trailer — Netflix™ Original Anime

Eden | Teaser Trailer | Netflix

SPRIGGAN (2021) | Official Trailer — Netflix™ Original Anime

Given The Movie | OFFICIAL TRAILER

Un libro che mi ha cambiato la vita

Recensione del libro: "L'occhio del male" di Richard Bachman (Stephen Ki...

Fuzzy Nation by John Scalzi: A One-Minute Book Review

Book Review | 2020 The Year that Killed Retirement by Michael Hook

Disassemble the Arts: Amanda Cachia

ART COLOGNE-Award Winners 2020: Gaby and Wilhelm Schürmann

IN THE SPOTLIGHT: The New BMW R nineT Models

The new BMW R 18 Classic

Cagiva Mito Lucky Explorer | Perché Comprarla Classic

New Trailers This Week | Week 44 (2020) | Movieclips Trailers

Vanguard Exclusive US Trailer #1 (2020) | Movieclips Trailers

LE STREGHE (2020) Il Remake di Chi Ha Paura delle Streghe? | TOP o FLOP

FERRO - Il Documentario (2020) Trailer del docufilm su Tiziano Ferro

Patton Oswalt and Jordan Blum Talk M.O.D.O.K.: HEAD GAMES!

Iconic MCU Moments Pulled From Marvel Comics! | Phase 2

Kane Brown - Worship You (Official Music Video)

David Garrett - Shallow (Official Music Video)

venerdì 30 ottobre 2020

Insegnante di Filosofia e Storia a Lecce - Stefano D.

Insegnante di Filosofia e Storia a Lecce - Stefano D.

Dernières nouveautés de Amazon France en Musique classique

Dernières nouveautésde Amazon France en Soin de la personne

 

Dernières nouveautés de Amazon France en Bijoux

Le novità più interessanti di Amazon in Fumetti e manga

Le novità più interessanti di Amazon in Alcolici

Le novità più interessanti di Amazon in Valigie per bambini

Le novità più interessanti di Amazon in Valigie

Le novità più interessanti di Amazon in Bagaglio a mano

Le novità più interessanti di Amazon in Videogiochi

Samsung Galaxy Tab S7 Tablet S Pen, Snapdragon 865 Plus, Display 11.0" WQXGA LTPS, 128GB Espandibili fino a 1TB, RAM 6GB, Batteria 8.000 mAh, WiFi, Android 10, Mystic Black [Versione Italiana]

Samsung Galaxy Watch Active2 Smartwatch Bluetooth 40 mm in Alluminio e Cinturino Sport, con GPS, Sensore di Frequenza Cardiaca, Tracker Allenamento, IP68, Nero (Aluminium Black), Versione Italiana

Nuovo tablet Fire HD 8 | Schermo HD da 8”, 32 GB (Nero) - con offerte speciali

Insegnante di Filosofia e Storia a Lecce - Stefano D.

Insegnante di Filosofia e Storia a Lecce - Stefano D.: Stefano impartisce lezioni private di Filosofia, Storia, Letteratura italiana a Lecce a soli 20€/ora. Prenota su Skuola.net Ripetizioni!

Turner's Modern World at Tate Britain

Unexpected Kinships: Conversation with Cheryl Goldsleger & Sarah Tortora...

VTV Classics (r3): Ian Burns: The Manner of Work / Spencer Brownstone Ga...

San Francisco Vacation Travel Guide | Expedia

World of Warcraft: Shadowlands Story Trailer

Seraphine League Of Legends Champion Spotlight

THE TURNING - LA CASA DEL MALE (2020) Clip ITA dall'inquietante film con...

LOVECRAFT COUNTRY - La terra dei demoni (2020) Clip ITA della serie prod...

Dark Nights: Death Metal: Sonic Metalverse - EP2 “Crisis Energy”

An Inside Look At Marvel's Avengers | Part 2

Marvel's Top 10 Spookiest Costumes

Panini Comics: tutte le novità autunnali

Asadora di Naoki Urasawa - Fumetti a Braccio #8

🐍 SERPENT&DOVE | The Unofficial #Blogtour (Recensione+Playlist)

Circolo dei libri - 30.10.2020 - Peter Cameron, Cose che succedono la notte

THE PATH OF DAGGERS - BOOK REVIEW (The Wheel Of Time #8)

THIS BOOK MADE ME REALIZE I'M DUMB | SENLIN ASCENDS REVIEW

Not What You Expected || Official Requested Trailer (Wattpad) || Requested

"Sangue nel mare" di Elisa Menghel Vincitore Lucca Project Contest 2020 ...

OMÄR - 1000 Malibù (Official Videoclip)

OMÄR - Ricominciare (Official Videoclip)

Oggi esce in radio e in digitale il nuovo singolo dei Lambrusco Brothers, "MAI ALI PER NOI".

Dal 30 ottobre sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “MAI ALI PER NOI”, nuovo brano della band LAMBRUSCO BROTHERS.
MAI ALI PER NOI”: un gioco di parole, un doppio senso, ed anche il titolo del nuovo inedito dei LAMBRUSCO BROTHERS. Il brano nasce dalla voglia della band di dedicare una canzone all'animale cui devono il titolo della loro trasmissione. Grazie alla collaborazione del produttore musicale Bronski (Cristiano De Andrè, I Rio, Roots Connection, Emma, Mora& Bronski ecc.), questo singolo è stato arricchito da sonorità anni Sessanta che, unite ai doppi sensi del testo, hanno creato un prodotto spumeggiante e leggero che “si accompagna a tutti i pasti, proprio come il Lambrusco”.
«Un testo molto Leopardiano. La storia del maiale che c'è in noi, che vorrebbe spiccare il volo ma la natura non lo permettespiega con ironia la band a proposito del nuovo brano - È la metafora della società che ti permette di nascere ma ti incatena alla tua condizione, uno status che resterà uguale a se stesso finché non approderai all'accettazione dello stesso in quel buco di c**o di porcilaia dove vivi».
Il videoclip ufficiale di “Mai ali per noi”, diretto da Manuela Amoroso, è stato girato tra le colline di Reggio Emilia e vede protagonisti i membri della band muniti di ali che tentano di spiccare il volo sollevandosi da una panchina.
 
Biografia
I Lambrusco Brothers nascono a Reggio Emilia nel settembre del 2019 dall'unione di quattro personaggi della scena musicale reggiana: Lele Abusiv, cantante “Agripunk”, genere musicale inventato da lui; Armando Bolivar, attore trafficante di lambrusco e cantante rock per copertura; il Conte, cantante di Karaoke; il Borko, unico, serio cantante e conduttore. I quattro cominciano conducendo un programma settimanale in diretta Facebook dal titolo Radio Nimel (Radio Maiale, in dialetto emiliano). Durante il programma si esibiscono in diverse interpretazioni di parodie e di canzoni originali sia in dialetto emiliano che in italiano. A queste trasmissioni, seguitissime dalla gente della provincia ma anche da tutta Italia, fanno seguito alcune esibizioni live; la più importante su tutte si è tenuta lungo le strade di Sanremo durante l'edizione del 70esimo festival. Durante il lockdown i Lambrusco Brothers hanno continuato a condurre Radio Nimel, ognuno dalla propria casa, cercando di mantenere inalterata la voglia di divertirsi e di divertire nonostante il momento. Da ottobre 2020 è ripresa una nuova edizione della trasmissione in diretta con la compresenza di tutti e quattro i personaggi.
Il nuovo brano dei Lambrusco Brothers dal titolo “Mai ali per noi” sarà disponibile in radio e in digitale dal 30 ottobre.
 
Facebook: https://www.facebook.com/borkolelebolivarconte

 

 


Venerdì 30 ottobre esce negli stores il primo album da solista di Marco Parente, "FRAGILE".

Dal 30 ottobre sarà disponibile in formato fisico negli stores “FRAGILE” (Blackcandy Produzioni), primo progetto discografico full lenght della carriera solista di MAESTRO PELLEGRINI. L’album sarà disponibile su tutte le piattaforme di streaming dal 27 novembre. La produzione artistica dell’album è stata curata dall’autore stesso e da Andrea Pachetti.

Anticipato nei mesi scorsi dai volumi 1 e 2 che lo compongono, “FRAGILE” è un lavoro profondamente intimo ed autobiografico in cui l’artista esplora e mostra una dimensione personale, come essere umano e come musicista, frammentandola in piccoli, fragili pezzi di vita che diventano canzoni. Attraverso le nove tracce incluse nell’album, Maestro Pellegrini si denuda senza riserve, offrendo all’ascoltatore un variegato scenario di vita vissuta tra musica, tenerezza e inquietudine.
Le tracce sono state registrate presso gli studi di 360 Music Factory di Livorno, e hanno visto la partecipazione di undici musicisti. Il mastering è stato curato da Andrea De Bernardis.
Tre brani dell’album - “Cent’anni”, “Semplice” e “Francesco” - vedono rispettivamente il featuring di Appino (Zen Circus) & Giorgio Canali, di Lodo Guenzi (Lo Stato Sociale) e di Motta, amici e colleghi di Maestro Pellegrini.
Spiega l’autore a proposito del nuovo album: «L’idea alla base di questo disco è quella di mettermi a nudo raccontando la mia vita attraverso i testi delle canzoni, credo che cantare debba essere una necessità e per me lo è diventata dopo un periodo particolare della mia vita in cui la musica non bastava più. Ho sempre scritto parole e un paio d’anni fa ho deciso di cominciare a fare sul serio, credo che raccontare se stessi agli altri sia un mezzo potente di autoanalisi e riflessione che a me è servito per crescere e capirmi meglio, ne ho avuto bisogno, ne ho avuto l’opportunità».
 
Di seguito la tracklist di “Fragile”: “Siamo noi”, “A volte ti capisco”, “Inattaccabile”, “Francesco”, “Cent'anni”, “Semplice”, “Boxe”, “Ci dovranno legare”, “Smettere”.
 
“Fragile vol. 1” è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/2DUKSCc
“Fragile vol. 2” è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/33p6cZk
 
Biografia
 
Francesco Pellegrini, in arte Maestro Pellegrini, è uno dei musicisti più influenti della musica pop/rock italiana. Polistrumentista, inizia la sua carriera con i pisani Criminal Jokers, insieme a Francesco Motta. Ha suonato con Nada come chitarrista, fagottista, voce e cori, ed ha registrato ed accompagnato dal vivo Andrea Appino (Zen Circus) per il suo secondo disco ‘Grande Raccordo Animale’. Ha inoltre inciso e collaborato con diversi altri artisti quali Enrico Gabrielli, Dardust, Bobo Rondelli, Motta, Il Pan del Diavolo.
Attualmente suona in pianta stabile con gli Zen Circus con i quali, dal 2016, ha partecipato a due edizioni del Primo Maggio-Roma ed alla penultima edizione del Festival di Sanremo nella categoria Big. Comincia a lavorare al suo primo disco solista nella Primavera del 2018 in un momento importante di crescita personale. Dopo aver pubblicato “Fragile vol. 1” (Blackcandy Produzioni), disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 7 luglio, Maestro Pellegrini pubblica “Fragile vol. 2”, disponibile in digitale dall’11 settembre. Il progetto discografico full lenght dal titolo “Fragile” – costituito e anticipato dai due EP omonimi – sarà disponibile in formato fisico negli stores dal 30 ottobre e sulle piattaforme di streaming dal 27 novembre.
 

Facebookhttps://www.facebook.com/ MarcoParenteUfficiale
Instagramhttps://www.instagram.com/ marc0parente /? Hl = it
 
 

 

Venerdì 30 ottobre esce in radio il nuovo singolo di Arcadia, "TAXI DRIVER".

Dal 30 ottobre sarà disponibile in rotazione radiofonica “TAXI DRIVER”, brano d'esordio di ARCADIA disponibile su tutte le piattaforme di streaming dal 23 ottobre.

Scritto dallo stesso Stefano Filipponi con la produzione artistica di Gaetano Guardino e Giuseppe Lipari per l'etichetta Quelli come noi SRL di Simona Ubbiali, “ TAXI DRIVER ” è il primo brano di ARCADIA , cantante e queer performer che inaugura il suo percorso solista con un brano di stampo fortemente autobiografico. La traccia squisitamente orecchiabile e scandita da ritmate sonorità pop ripercorre il percorso di Arcadia e mostra come lei, attraverso delle ciglia finte e un po 'di make-up, abbia trovato la sua voce e la sua magia personale per trasformare le lacrime in una manciata di glitter.
Spiega Arcadia a proposito del suo primo inedito : « Dopo dieci anni da X Factor, posso comunicare il mio mondo in totale libertà, spogliandomi di ogni maschera e maschile quella di Arcadia! La mia è la voce di una drag queen che canta di periferia e di dolore, tra una manciata di glitter e una linea di eyeliner! ».
Il videoclip ufficiale di “Taxi Driver”, diretto da Enea Colombi, è volutamente spoglio e maestoso per dar spazio ad una visione sognante e ad un'eleganza senza tempo . Come in un tableau vivant, il vuoto spaziale della stanza conferisce Iconicità̀ ad Arcadia, che diventa quasi una statua, un simbolo.
 
Biografia
Stefano Filipponi inizia a studiare canto all'età̀ di 14 anni all'Istituto musicale B. Gigli di Recanati e nel 2007 approda alla lirica, frequentando l'Istituto musicale GB Pergolesi di Ancona, dove incontra la sua attuale insegnante, Alessandra Capici. Dopo aver superato le selezioni ai casting ed essere stato scelto tra più di 80.000 aspiranti, Stefano partecipa come concorrente alla quarta edizione di X Factor, fino ad arrivare all'undicesima puntata. Fin da subito ottiene un grande successo di pubblico, interpretando i brani assegnati in modo personale e coinvolgente.
Da cantautore solista pubblica i singoli: “Motivazione surreale”, “Metronotte” e “Sono nel vento”. Partecipa a Sanremo Social nel 2012 con Pollyanna, dove affronta ironicamente la complessa questione dell'omonima sindrome. Nel 2013 reinterpreta “A me me piace a nutella”, celebre inno neomelodico del bambino cantante Lucio Vario e pietra miliare del patrimonio trash italiano. Nello stesso anno Stefano coverizza “Venus” di Lady Gaga. La famosa cantante clicca come sul suo social network e la cover viene apprezzata e condivisa in tutto il mondo dai numerosissimi fans. Alla sua attività di musicista affianca la passione per l'arte contemporanea, che vede atti- vo in numerosi progetti, la sua cover di Sailor Moon è stata esposta alla galleria Current di Milano nel marzo 2016. Nel gennaio del 2017 esce il suo secondo EP "Manifesto",
Nel dicembre dello stesso anno porta in scena il suo personaggio drag di ARCADIA, che calca i più̀ noti palchi della scena queer milanese fino ad esibirsi ai Pride del 2019 e del 2020 (nello show digitale in streaming su Twitch).
Il brano di debutto di Arcadia dal titolo “ Taxi Driver ” sarà disponibile in digitale dal 23 ottobre e in radio dal 30 ottobre.

Instagram: https://www.instagram.com/arcadia_queen/?hl=it

 


 

giovedì 29 ottobre 2020

Decouvrez Amazon France

Amazon Music Unlimited - Amazon France

Nouveau Apple iPhone 12 (64 Go) - (PRODUCT)RED

Nouveau Apple iPhone 12 Pro Max (128 Go) - Argent

Nouveau Apple iPhone 12 Pro (128 Go) - Graphite

Portafoglio Uomo Slim BRONZI® Sottile Elegante - Mini Porta Tessere Porta Documenti Porta Carte Di Credito Blocco RFID - Nero Pelle Alta Qualità - Design 2020 Italiano - I Regalo

 

NEWHEY Cintura Uomo Reversibile Nero Marrone Regolabile Fibbia Antigraffio Casual Formali Cintura Uomo Pelle Larghezza 30 mm 115 cm Confezione Regalo

ESPRIT Pantaloni Completo Uomo

ESPRIT Collection Blazer Uomo

JinXuanYa Gilet da Uomo Gilet in Tweed di Lana a Spina di Pesce Risvolto Panciotto Casual Slim Fit su Misura per Groomsmen di Nozze

Novità Apple iPhone 12 Pro (128GB) - Grafite

Power Up (Cd Standard In Sofpack + Libretto 20 Pagine) by Ac/Dc

All That You Can'T Leave Behind (20Th Anniversary) U2

Abbiamo guidato la nuova Mercedes Classe S, l'auto più comoda al mondo

Artist Leonor Antunes about her exhibition at Mudam Luxembourg

Conversations with Contemporary Artists: Julie Mehretu