venerdì 22 maggio 2020

Donato Di Poce ama definirsi un ex poeta che gioca a scacchi per spaventare i critici. Tutte le sue pubblicazioni su Amazon. Imperdibili!

Info link


Donato Di Poce ama definirsi un ex poeta che gioca a scacchi per spaventare i critici. Nato a Sora (FR) nel 1958, residente dal 1982 a Milano. Poeta, Critico d’Arte, Scrittore, Fotografo. Artista poliedrico, innovativo ed ironico. Ha al suo attivo 23 libri pubblicati (tradotti anche in inglese, arabo, rumeno e spagnolo), 20 ebook e 40 libri d’arte Pulcinoelefante. Dal 1998 è teorico, promotore e collezionista di Taccuini d’Artista. Ha realizzato L’Archivio Internazionale di TACCUINI D’ARTISTA e Poetry Box di Donato Di Poce, progetto espositivo itinerante.

Anno 2018

  • Curatore della sezione di Poesia visiva e sonora della V Biennale di Osnago ”La Voce del Corpo”.
  • Direttore e Curatore della collana “I Quaderni d’Arte del Bardo”, insieme al suo editor Stefano Donno.

Anno 2019

Invitato con il suo Archivio Internazionale Taccuini d’Artista e Poetry Box alla 5^ Biennale di Napoli del Libro d’Artista, curando la mostra “Poetry Box:Taccuini d’Artista in scatola”. (fonte wikipoesia)


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2