venerdì 11 gennaio 2019

Impegno e disincanto in Pasolini, De Andrè, Gaber e R. Gaetano di Annibale Gagliani domani a Francavilla


























Si terrà da venerdì 11 a domenica 20 gennaio 2019 la rassegna "Omaggio a De Andrè". L'evento è patrocinato dal Comune di Francavilla Fontana che ospita la manifestazione e dalla Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus di Milano ed è organizzato dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso "A. Trisolino" della cittadina francavillese. Scopo dell'iniziativa è quella di commemorare l'artista genovese in occasione del suo ventennale della scomparsa. Nel corso delle dieci giornate si svolgeranno eventi dove interverranno studiosi, musicisti, sociologi, critici d'arte e altre personalità di rilievo, le quali affronteranno temi su personaggi e argomenti cantati da Fabrizio De Andrè nella sua musica. Sabato 12 Gennaio 2019 ore 18:30 si terrà la presentazione del libro "Impegno e disincanto in Pasolini, De Andrè, Gaber e R. Gaetano", edito da I Quaderni del Bardo di Stefano Donno, scritto da Annibale Gagliani, presso la Biblioteca Comunale "Giovanni Calò" sita in via Dante Alighieri 25, dialoga con l'autore la giornalista Giovanna Ciracì.Saluti di Cosimo Franciosa, presidente Società Mutuo Soccorso "A. Trisolino", intervento di Stefano Donno, editore de I Quaderni del Bardo
IMPEGNO E DISINCANTO IN PASOLINI, DE ANDRÉ, GABER E R. GAETANO DI ANNIBALE GAGLIANI (I QUADERNI DEL BARDO EDIZIONI DI STEFANO DONNO)
CON LA PREFAZIONE DI MARCELLO APRILE, PROFESSORE ORDINARIO DI LINGUISTICA ITALIANA DELL’UNIVERSITÀ DEL SALENTO E RESPONSABILE DELLA LETTERA “D” DEL DIZIONARIO ETIMOLOGICO “LEI”
Quattro fuoriclasse del nostro Novecento: un professore, un filosofo e due poeti. In un frangente storico di profonda povertà valoriale e artistica, ci indicano la strada verso l’Umanesimo Nuovo, analizzando emozionalmente gli ultimi centosessant’anni d’Italia e del mondo Occidentale. La loro arte è disincanto allo stato puro: poesia, prosa, cinema, teatro e musica: le armi più potenti per sfuggire all’omologazione socioculturale del Duemila. In questo viaggio disincantato, eseguito attraverso i testi, le fonti e le testimonianze più vicine agli artisti, si può rivoluzionare se stessi, abbracciando umanamente le incommensurabili profezie. La scelta di affidarsi a questi Quattro a-topos della parola, del silenzio e del suono non è casuale: «Essi sono i più attuali che la nostra cultura contemporanea abbia sfornato e lo saranno per sempre, come accade ai più grandi. Sono visionari, sensibili ed estremamente innovativi. I veri narratori della nostra epoca e del prossimo trentennio sono PPP, FDA, GG e RG». Come afferma Paolo Dal Bon – presidente della Fondazione Giorgio Gaber – all’interno del saggio, «Essi hanno “un’intatta percezione del dolore”. Sono tutti e quattro intellettuali degli ultimi, narratori delle ingiustizie terrene verso i più deboli e osservatori delle grandi contraddizioni dell’uomo contemporaneo». I Quattro Profeti hanno in comune la letteratura di formazione e le battaglie combattute, contaminandosi a vicenda indirettamente.


iQdB edizioni di Stefano Donno (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2