mercoledì 5 dicembre 2018

FOTOGRAFIA DELL’INVISIBILE : guardare non è vedere di Donato Di Poce
























Appunti per una nuova estetica della visione e una nuova etica fotografica ...

Invece di chiederci cosa vogliamo noi dalle immagini fotografiche, dovremmo chiederci: “Cosa vogliono davvero le immagini fotografiche da noi”? Innanzitutto che la smettiamo di considerarle dei semplici oggetti visuali, delle cartoline pro-memoria, feticci iconologici. Le fotografie vogliono riprendersi la loro aura di “medium” non solo visuale. In seconda istanza ci chiedono di rinunciare a considerarle dei virus mediali, che abbandonassimo la loro idolatria mediatica, che porta solo a uno spossessamento di senso o una perdita di valori, di intensità comunicativa. In terzo luogo le immagini ci chiedono di iniziare una seria alfabetizzazione visuale ed estetica, di iniziare a considerarle un vero medium interdisciplinare per la loro importanza documentale non solo per la Storia sociale e umana, ma anche per la Storia estetica ed emozionale. La foto non è mai solo un’immagine, ma anche un contesto storico,onirico-critico, di segni e di valori polisemici.

Photo cover Donato Di Poce

Info link

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2