venerdì 31 agosto 2018

Gotti - Il primo padrino (John Travolta) - Spot 30"

Взрыв на оборонном заводе имени Свердлова: подробности - Россия 24

60 минут по горячим следам от 31.08.2018

Il libro di Annibale Gagliani IMPEGNO E DISINCANTO IN PASOLINI, DE ANDRÉ, GABER E R. GAETANO a Spongano (Lecce)






















Il libro di Annibale Gagliani IMPEGNO E DISINCANTO IN PASOLINI, DE ANDRÉ, GABER E R. GAETANO  ( I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno) sarà presentato da  Raffaele Gorgoni,  e sono previsti i saluti istituzionali Dott.ssa Serena Bramato, assessore alla Cultura.  L’appuntamento è previsto per lunedì 3 settembre 2018 alle ore 21,30 presso Parco Rini a Spongano nell’ambito della rassegna Vicoli d’estate
IMPEGNO E DISINCANTO IN PASOLINI, DE ANDRÉ, GABER E R. GAETANO DI ANNIBALE GAGLIANI (I QUADERNI DEL BARDO EDIZIONI DI STEFANO DONNO)
CON LA PREFAZIONE DI MARCELLO APRILE, PROFESSORE ORDINARIO DI LINGUISTICA ITALIANA DELL’UNIVERSITÀ DEL SALENTO E RESPONSABILE DELLA LETTERA “D” DEL DIZIONARIO ETIMOLOGICO “LEI”
Ha inaugurato il suo cammino in questi giorni il libro di Annibale Gagliani, «Impegno e disincanto in Pasolini, De André, Gaber e R. Gaetano», i Quaderni del Bardo edizioni di Stefano Donno. Quattro fuoriclasse del nostro Novecento: un professore, un filosofo e due poeti. In un frangente storico di profonda povertà valoriale e artistica, essi ci indicano la strada verso l’Umanesimo Nuovo, analizzando emozionalmente e asetticamente gli ultimi centosessant’anni d’Italia e del mondo Occidentale (bilaterale). I Quattro emanano una luce invincibile, in grado di penetrare nelle tenebre contemporanee che svuotano progressivamente l’individuo. La loro arte è disincanto allo stato puro: poesia, prosa, cinema, teatro e musica: le armi più potenti per sfuggire all’omologazione socioculturale del Duemila. Il 68 è un grosso inganno, le mode del mercato sono letali, la mancanza di sensibilità civile sempre più evidente. In questo viaggio disincantato, eseguito attraverso i testi, le fonti e le testimonianze più vicine agli artisti, si può rivoluzionare se stessi, abbracciando umanamente le incommensurabili profezie.

Per Gagliani la scelta di affidarsi a questi Quattro a-topos della parola, del silenzio e del suono non è casuale: «Essi sono i più attuali che la nostra cultura contemporanea abbia sfornato e lo saranno per sempre, come accade ai più grandi. Sono visionari, sensibili ed estremamente innovativi. Tutto l’opposto del 99% degli pseudo-artisti che navigano in mainstream oggi. Quest’ultimi narrano il falso: i tatuaggi, il look alla moda e l’aria dannata li fa sembrare all’avanguardia, invece sono obsoleti dentro. I veri narratori della nostra epoca e del prossimo trentennio sono PPP, FDA, GG e RG». Come afferma Paolo Dal Bon – presidente della Fondazione Giorgio Gaber – all’interno del saggio, «Essi hanno “un’intatta percezione del dolore”. Sono tutti e quattro intellettuali degli ultimi, narratori delle ingiustizie terrene verso i più deboli e osservatori delle grandi contraddizioni dell’uomo contemporaneo». I Quattro Profeti hanno in comune la letteratura di formazione e le battaglie combattute, contaminandosi a vicenda indirettamente. Pasolini ha profondamente ispirato, soprattutto con i suoi Scritti Corsari, Faber, Gaber e Rino Gaetano. De André e Gaber sono gli artisti di punta del Sessantotto e si sono ritrovati ad avere una determinante amicizia in comune: Luigi Tenco, che ha collaborato con tutti e due e dopo la sua morte ha cambiato la vita a entrambi. Riguardo Rino Gaetano, è cresciuto leggendo Pasolini, ascoltando De André e guardando Gaber a teatro.

In estrema sintesi, un professore delle arti, PPP, un poeta tradizionale aperto al futuro, FDA, un vero filosofo, GG, un poeta fantascientifico che stazionava già nel futuro, RG, hanno scelto la strada più ardua, non violentando loro stessi ed esprimendo un’arte di fortissimo impegno e disincanto sociale. Venivano criticati dagli “intellettuali” del potere, dalla gente frivola che ghettizzava i loro testi per evidenti deficit di sensibilità. Uniti, tutti e quattro, sono invincibili. Diventano un’arma dolcissima in grado di colpire e migliorare una generazione, quella dell’autore. Gagliani spiega le intenzioni del suo lavoro: «Se il saggio verrà letto da tanti giovani, magari si accenderà la curiosità di ascoltare con spirito nuovo i cantautori che cito, omaggiando di conseguenza l’opera totale di Pasolini. Allora sì, questo viaggio avrà un senso. Allora sì, ne sarà valsa la pena».   «Il primo libro di Annibale Gagliani è lo sviluppo di un traguardo personale importante, lungamente pensato, sviluppato, limato, articolato negli anni precedenti, in cui l’autore ha esercitato una pazienza non comune ed è andato alla ricerca di fonti e interpretazioni che spesso sono testimoniali e di prima mano […]. Quando si ha a che fare con quattro icone riconosciute della cultura alta e popolare dell’Italia contemporanea non è facile dire qualcosa di nuovo, o anche semplicemente non è scontato evitare di scrivere quattro profili staccati e avulsi, estranei tra loro, tanti quanti sono gli artisti (tutti Maestri della parola, tre su quattro anche del suono) che l’autore ha illustrato in questo libro. Ne è venuto fuori un percorso duro, compatto, radicale; un insieme in cui appare chiaro, nelle persino ovvie diversità di espressioni, temi, percorsi (anche politici), epoche, che cosa unisce Pier Paolo Pasolini, Fabrizio De André, Giorgio Gaber e Rino Gaetano. Com’è giusto, Annibale Gagliani salta sulle differenze e nota affinità mai venute fuori prima, che però sono lì, pronte per essere scoperte». (Dalla prefazione di «Impegno e disincanto in Pasolini, De André, Gaber e R. Gaetano», curata dal Prof. Marcello Aprile)

Annibale Gagliani nasce a Mesagne (BR) il 4 ottobre del 1992. Si laurea con lode in Lettere Moderne all’Università del Salento, dopo aver discusso una tesi sul linguaggio disincantato. È tra i vincitori della seconda edizione del Master in Giornalismo 3.0 di Nuovevoci Network, a Napoli. Comincia il suo sentiero narrativo ricevendo il premio della critica alla terza edizione del concorso letterario nazionale “Fuori dal cassetto”, per un racconto dedicato ai lavoratori dell’ILVA, “La vita è un viaggio favoloso”. Nel 2013 instaura una collaborazione con l’amministrazione del comune di San Donaci (BR) e diviene responsabile del laboratorio urbano “Officine Creative”, promotore della cultura di strada. Nel 2014 costruisce e organizza, assieme al Professore Marcello Aprile, la rassegna universitaria di seminari rivoluzionari, “Cafè Barocco Revolution”, che registra cinque edizioni. Nel 2015 lavora come reporter per la web tv d’Ateneo dell’Università del Salento, The Box Tv. Alla fine dello stesso anno si distingue come narratore al Workshop giornalistico di Sportitalia, a Milano. Nel 2016 diventa responsabile della sezione culturale di «Leccecronaca.it», dove racconta vizi e virtù del Tacco d’Italia. Alla fine del 2016 avvia una collaborazione con «Rompipallone.it», curando una rubrica video che fonde l’arte al calcio: “L’arte del gusto calcistico”. Nello stesso periodo è corrispondente di Radio Dimensione Italia per il calcio internazionale, editorialista di punta per «Sport in Condotta» e ospite della trasmissione leccese Piazza Giallorossa. Dal 2017 collabora con il «Nuovo Quotidiano di Puglia», raccontando l’ardente cronaca della provincia di Brindisi. Da gennaio 2018 narra di letteratura e politica per la rivista romana «L’Intellettuale Dissidente», e di musica e sport per il periodico «Contrasti». È conosciuto negli ambienti culturali salentini per le sue poesie anarchiche, che profumano di simbolismo e lasciano un sapore romantico sulle labbra. Tra i suoi modelli intellettuali, oltre ai Quattro Profeti del saggio «Impegno e disincanto», ritroviamo Albert Camus, Roland Barthes, Leonardo Sciascia, Eugenio Montale, Beppe Viola e Gianni Brera.  

 iQdB edizioni di Stefano Donno (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)
link del video trailer

David Icke - Celebrity Aliens

Tess Holliday Cosmopolitan Cover = NWO NORMALIZING MORBID OBESITY

What Are The Illuminati Planning For November & Onward?

Alex Jones: Walter Cronkite New World Order

Illuminati And the Lizard People - The Winner Takes All

URGENT! Almost Half of Americans Can't Pay for Their Basic Needs

HOW DID WE MISS THIS??? DONALD TRUMP AND A NEW WORLD ORDER

Aisles - Live from Estudio del Sur (Full Album)

Queen Rania’s speech at the Heart for Children Charity Organization’s 16...

Queen Rania’s Interview with Fox Business Network

Queen Rania’s Interview with CNN

Debbie Gibson - Foolish Beat (Official Video)

Buon Vivere Toscano: intervista a Giovanni Veronesi

Sergio Caputo - Un Sabato Italiano (videoclip 1983)

Siamo Noi - Maria Montessori: una straordinaria maestra di vita

20 IMPERATORI ROMANI: Commodo (11)

20 imperatori romani: CALIGOLA (03)

Dire Straits - Money For Nothing

Diana-La storia segreta di Lady D- HD 2013 ( ITA)

Lady D vita e morte di una principessa

Rocky Marciano Undefeated - Boxing Documentary

B. BRECHT_K. WEILL - L'OPERA DA TRE SOLDI

Jack lo Squartatore: un mistero risolto?

13 -- Charles Baudelaire e I Fiori del Male -- Valerio Magrelli

Strauss - Radetzky March - Karajan

Quando la cultura fa 2 milioni di visualizzazioni: il video di Lucia Minutello che interpreta “La zoccola” di Mino De Santis


















Il video amatoriale pubblicato sulla pagina FB “Pazza Commedia Italiana” esplode sul web e rende popolare un importante progetto culturale e uno spettacolo incentrati sulla “identità”.  Il web, e soprattutto i social network, sono così, a volte prevedibili e scontati (come nelle più studiate campagne di guerrilla marketing) e a volte totalmente inimmaginabili, come nel caso di un video amatoriale ripreso un pomeriggio nel centro storico di Lecce. Simona D.C., occasionale spettatrice, in quel momento non poteva nemmeno lontanamente pensare che le sue riprese da lì a poco sarebbero state viste e apprezzate da quasi 2 milioni di persone. Oggetto del video è un pezzo divertente e ben rappresentato tratto dallo spettacolo di una cantante e artista salentina, Lucia Minutello, accompagnata alla chitarra dal cantattore Pasquale G. Quaranta (in arte P40), mentre interpreta in maniera del tutto personale il brano “La zoccola” del cantautore Mino De Santis, anche quest’ultimo salentino. Il video è stato pubblicato appena due settimane fa sulla pagina Facebook denominata “Pazza Commedia Italiana” e, nel giro di poche ore, ha visto magicamente crescere in maniera esponenziale le visualizzazioni, le condivisioni ed i commenti. Sarà stato il tema ed il testo del brano o la bellissima voce di Lucia nell’interpretarlo, fatto sta che questo esemplare ed emblematico esempio di poetica del reale ha fatto dei numeri. Nel momento in cui scriviamo queste righe si contano 1,9 milioni di visualizzazioni, 34.700 condivisioni e 840 commenti. Lo spettacolo di Lucia Minutello, che riprende anche il brano in questione estemporaneamente improvvisato nelle vie del centro storico di Lecce, ha per titolo “InCanti” e realizza un progetto narrativo, tra musica e brevi approcci dialettici col pubblico, sul tema della “identità”. Si tratta di una narrazione sulle costruzioni del genere, dal lato del genere “donna” e delle varie forme in cui la donna si pone nei confronti della vita e del vivere. In particolare la performance si svolge attraverso una serie di personaggi femminili con tratti, vicende, sfumature diverse, che vengono descritti o che si presentano all’interno di brani musicali. Un percorso che si pone l’obiettivo di aprire domande sulla sospensione del giudizio, la messa in gioco e l’andirivieni nel rapporto tra i generi e le generazioni. L’obiettivo è analizzare il concetto di “differenza di genere” con cui contribuire a ridurre il divario che sussiste tra i due poli in esame - maschile e femminile – andando invece ad ampliare in modo significativo le possibilità di confronto e di scambio comunicativo tra i due, grazie a descrizioni e visioni di storie autenticamente paradossali, dove i grovigli degli stereotipi sociali si liberano attraverso gli strumenti evocativi dell’affettività, del dolore, dell’autoironia, della comicità, a volte dell'autosarcasmo.

Alcuni collegamenti utili:


La pagina di Lucia Minutello: www.facebook.com/MinutelloLucia/

La pagina di Mino De Santis: www.facebook.com/minodesantisconcerti/

Stopmotion Cooking -GUNDAM Fishing- MINIATURE

機械人研究所:機動戰士 Gundam Mobile Suit Ensemble 扭蛋簡評

The Royal Canadian Air Force Change the Guard at Buckingham Palace

The Duke of Cambridge's speech at The Queen's Birthday Party in Jordan

giovedì 30 agosto 2018

David Icke - Fake Chemical Attacks - How The US Wants War At All Costs

David Icke sull'elezione di Trump

Fracking - Method In Their Madness - David Icke

David Icke - Who Is Behind The Attacks On Corbyn?

Liberals Illuminati Satanic Secret Societies 666 New World Order Globali...

How Google Censoring Is A Real Danger To Our Republic - How Censorship W...

American Illuminati 2 - The Merovingians to the Skull and Cross Bones an...

EU4 Canada Guarantees New World Order #1

Mark Taylor Prophetic Words (August 29 2018) — GOD IS DENOUNCING THE NEW...

California Goes Full New World Order - Cash Bail Eliminated - Algorithms...

The Mamas And The Papas - California Dreamin' (1966)

Why Hollywood Stopped Casting Cameron Diaz

Pavel Nedved ᴴᴰ ● Goals and Skills ● 1991 — 2009

Andy Roddick Amazing Shots

Il postino - colonna sonora (L. Bacalov)

Giacomo Rondinella canta 'A livella

2) Leo Longanesi, Enzo Biagi, Giorgio Bocca - Parte 5/5

2) Leo Longanesi, Enzo Biagi, Giorgio Bocca - Parte 4/5

2) Leo Longanesi, Enzo Biagi, Giorgio Bocca - Parte 1/5

Mary Shelley: A Biography

MARY SHELLEY - Un amore immortale - Trailer Italiano Ufficiale HD

Jacques-Louis David (French, 1748-1825)

1988 Seoul Olympic Games 100 Ben Johnson

1980-90: Solidarnosc.

Vladimir Lenin, founder of USSR, Russian revolutionary, documentary foot...

취미 건프라, 건담 페니체 리나시타!! 이건 억지억지 ㅋㅋㅋ Gundam Fenice Rinascita

DEATSCYTHE GUNDAM - GUNDAM BATTLE ASSAULT 2

Gundam Mobile Suits Up for DEATH BATTLE!

The Clarence House Annual Review 2018

Reservicing Buckingham Palace: Mapping the Palace

mercoledì 29 agosto 2018

La rotazione del compasso di Marta Vigneri

The Duke of Sussex in conversation with Sentebale Youth advocates

Alien deception, New World Order, depopulation...They said it

The Illuminati: The World’s Most Famous Secret Society

Raffaele Gorgoni alla Farmacia Letteraria Corte Grande a Martano






















Il 31 agosto, alle ore 21,00 Raffaele Gorgoni presso Farmacia Letteraria Corte Grande, Piazza Assunta sempre a Martano in collaborazione con L’Osteria di Martano presenta il suo libro Lettere da una Taranta ( I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno). Dialoga con l’autore Luigi Chiriatti (Direttore Artistico Notte della Taranta). Interverrà l’editore Stefano Donno ( I Quaderni del Bardo Edizioni)
Il libro che la dice tutta sul fenomeno internazionale della Notte della Taranta. Dai salotti della politica ai backstage delle Star che hanno solcato il palcoscenico della kermesse di Melpignano. Il giornalista salentino ha dato vita ad un curioso espediente letterario che lo vede invertire la prospettiva narrativa dando voce a Lycosa Tarantula, il ragno a cui affida “figurativamente” la scrittura di novantanove lettere nelle quali ricostruisce le connessioni che hanno caratterizzato il rapporto tra il Festival de La Notte della Taranta e la politica. Il ragno fa sentire la sua voce critica, dopo aver atteso vent'anni in silenzio, vent’anni in cui è stato testimone e protagonista involontario di un fenomeno senza precedenti in Italia che lo ha trasformato in un marchio, in un logo stilizzato di un prodotto da vendere, ma anche di successi e sconfitte, di luci e di ombre. Le poco più di duecento pagine del volume scorrono a ritmo serrato portandoci dalle prime osservazioni sul tarantismo agli studi del fenomeno da parte di Ernesto De Martino, dalla sua progressiva scomparsa con le emigrazioni verso il Nord e l’emancipazione delle donne alla riemersione della tradizione con la riproposta negli anni Settanta. Entrando nel vivo del libro con l’analisi della genesi de La Notte della Taranta, la scrittura di Gorgoni si fa sempre più tagliente, incisiva ed ironica, consentendo al ragno di togliersi tanti “sassolini dalle scarpe” con la leggerezza e la libertà di chi non può essere accusato di essere di parte. In scena si susseguono le figure dei Maestri Concertatori e dei tanti musicisti che si sono avvicendati sul palco, ma anche quelle di politici come Massimo D’Alema, Sergio Blasi e dei Presidenti della Regione Puglia da Raffaele Fitto a Nichi Vendola per giungere a Michele Emiliano. (Salvatore Esposito – da Blog Folk)

iQdB edizioni di Stefano Donno (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)

Tosca - Il suono della voce (Live in Studio)

Michael Jackson - Thriller (Official Video)

Joel Schumacher interview on "Batman Forever" (1995)

Dinah Washington LIVE TV 1955 "That's All I Ask Of You"

Charlie Parker - All the things you are

POLITICAL THEORY - John Locke

Ingrid Bergman interview - 1973

ユニコーンガンダム実物大Unicorn Gundam 1/1 DIVERCITY TOKYO

【GUNDAM バトルオペレーション2】#ひで金 ガンタンクください!※鼓膜に注意

martedì 28 agosto 2018

LOGIN 01 a cura di Stefano Donno
























Senza ombra di dubbio LOGIN sarà una rassegna aperiodica ma puntuale (almeno lo spero) di segnali dal mondo della letteratura, della saggistica della poesia insomma dal multiverso dei libri, per informare condividere e magari scoprire piccole cose preziose che hanno a che fare con autori ed editori on e off line. Non poteva che chiamarsi LOGIN non per mimesi stilistica e semantica giusto per adeguarsi ai tempi della parola e della sintassi “social”, ma per descrivere un momento di attraversamento della soglia, in bilico tra il sacro dei grandi del patrimonio culturale mondiale e il profano (in senso buono) o meglio il post popular delle Lettere e della Scrittura di oggi. E allora ho preso il coraggio a quattro mani, partendo quasi in silenzio, e che comunque non è cosa da poco, nella speranza di essere d’aiuto in qualche modo a non perdersi tra le mille voci che vogliono affermare il loro esserci tra i “laureati” e i “diplomati” del libro, a volte senza trovare la giusta visibilità e considerazione, o un modo per confrontarsi e crescere. Dunque amici e sodali blogger, Youtubers, editori, editors, opinion leader, influencer, critici letterari, autori segnalatemi (perché per primi ne avete valutato la validità) la vostra proposta, quello di cui vale la pensa sottolineare con l’evidenziatore del rimando e sarò felice di contribuire alla causa del dibattito culturale e alla creazione di circoli e frattali ermeneutici proficui. 
I vostri link potete mandarli a forum.convergenzepossibili@gmail.com
Che dire … buon viaggio

In questo numero Martino Ciano, Geraldine Meyer, Gioacchino Toni, Lorenzo Strisciullo, Nicola Manicardi, Francesco Greco, Matteo Fumagalli. Si metterà in evidenza la casa editrice Kurumuny, si prenderà in considerazione l’ultima uscita di Noam Chomsky

Photo by Annie Spratt on Unsplash

Info link

Macro pop 2