domenica 18 ottobre 2009

Rivelazioni non autorizzate di Marco Pizzuti (Edizioni il Punto d'Incontro)

Molti interrogativi riguardo ai grandi capovolgimenti della storia qui trovano inquietanti risposte. I documenti raccolti da svariati ricercatori sono ormai in grado di dimostrare come un super-governo ombra, diretto dall’alta finanza internazionale, coordina da tempo le azioni e i programmi dei nostri rappresentanti di ogni colore politico per realizzare disegni di dominio assoluto, di globalizzazione. Si tratta di ciò che la massoneria ama eufemisticamente definire “Nuovo Ordine Mondiale”, un piano secolare che contempla la concentrazione di tutte le risorse del pianeta nelle mani di una infima élite di superbanchieri. Solo conoscendo i retroscena e gli obiettivi delle società occulte a cui sono appartenuti e appartengono tutt’ora tutti i maggiori protagonisti della storia possiamo provare a comprendere realmente il passato, il presente, e forse anche il nostro futuro. Un’analisi dettagliata e approfondita del vero ruolo esercitato dalle società segrete nel corso della storia. Un libro esplosivo che fa finalmente luce su eventi epocali, come i conflitti mondiali, il terrorismo internazionale e la nascita delle grandi ideologie. È solo fantapolitica, come amano farci credere le versioni ufficiali? Ecco l'intervista a Marco Pizzuti, autore di "Rivelazioni non autorizzate", un saggio provocatorio e diretto sui poteri occulti che stanno dietro al Nuovo Ordine Mondiale.

Da dove è nata la sua esigenza di guardare le cose da un punto di vista per così dire “diverso”?

Fin dalle scuole elementari ho avvertito una forte diversità d’interessi rispetto ai miei coetanei, che si è poi manifestata palesemente con il mio ingresso nel mondo della politica quando ero appena quattordicenne. Dallo studio appassionato e approfondito delle grandi ideologie, della storia e della scienza cominciai così a notare l’effettiva esistenza di numerose contraddizioni nell’informazione ufficiale. Anomalie che, se in un primo momento apparivano isolate, si sono poi rivelate essere la punta di un iceberg, in stretta connessione tra loro. Alla fine mi sono trovato di fronte a una cospirazione globale dal respiro secolare che ho deciso di denunciare pubblicamente nei miei manoscritti.

Dove trova i documenti e le informazioni per le sue ricerche?

Le fonti d’informazione da me citate sono consultabili e verificabili liberamente da tutti, in quanto si tratta di documenti già pubblicati, seppur in contesti diversi, da altri autori scomodi italiani e stranieri. Il loro carattere esplosivo non risiede quindi nella segretezza, ma nel fatto che riguardano contenuti sistematicamente esclusi dai grandi media allineati agli interessi dei poteri forti. E in una società dove un fatto reale comincia a esistere come tale solo dal momento in cui ne viene data notizia attraverso le più “autorevoli” testate giornalistiche (la televisione costituisce ormai l’unica fonte d’informazione per la stragrande maggioranza della popolazione) controllate da pochi politici e imprenditori senza scrupoli, l’occultamento e la manipolazione della verità sono all’ordine del giorno. Pertanto, il mio lavoro d’indagine consiste nello scovare quanto ci è stato nascosto dai mass-media e dalle istituzioni per ricostruire il quadro complessivo in cui si colloca ogni singolo evento mistificato o sottaciuto alle masse, “incasellando” nel giusto ordine le “tessere di un puzzle” già raccolte da altri ricercatori.

Come definirebbe in breve il Nuovo Ordine Mondiale e quello che comporta? Da chi è orchestrato?
Il Nuovo Ordine Mondiale è il progetto secolare di una infima élite di banchieri legata dal culto di una antica conoscenza esoterica segretamente tramandata di padre in figlio. Si tratta del piano di dominio più ambizioso della storia che mira ad ottenere l’assoluto controllo materiale e mentale di ogni singolo individuo del globo. La “Grande Opera” è stata già quasi completamente realizzata nell’ombra grazie al pieno controllo che i poteri forti esercitano sui media, l’economia, le istituzioni, i governi e le loro fazioni di ogni colore politico.
Con il pretesto di garantire la pace tra i popoli e la stabilità finanziaria globale verrà creato un unico governo mondiale con un unico esercito di polizia e un’unica banca centrale mondiale. La globalizzazione insomma diverrà presto una realtà e i popoli saranno convinti della necessità di rinunciare alle proprie libertà personali in nome di una sicurezza sempre maggiormente minacciata dal terrorismo di stato.

Di fronte al Nuovo Ordine Mondiale e agli interessi di pochi, come si può sfuggire? In che modo il lettore può trovare in questo libro un modo per affrancarsi da questo controllo?

Dalla lettura del libro si evince che l’élite finanziaria globale controlla di fatto il destino del globo e quindi si può provare un forte senso d’impotenza di fronte a un nemico che appare praticamente invincibile. In realtà però i banchieri hanno creato solo un “impero di cristallo” che trova la sua forza esclusivamente nella menzogna, nell’ignoranza delle masse e nello stato di confusione mentale in cui queste vengono sinergicamente mantenute da mass-media e istituzioni. Si tratta insomma di un sistema che per poter funzionare ha bisogno che siano in pochi quelli a sapere. Questo è il motivo per cui con il processo di globalizzazione attualmente in atto si vuole accentrare tutto il potere in un numero sempre minore di persone. Pertanto, per rovesciare l’attuale status quo non occorre nessuna rivoluzione armata, poiché è sufficiente spingere nella direzione opposta, ovvero continuare a promuovere la conoscenza verso il basso. In questi ultimi anni, infatti, l’avvento di internet ha consentito una fuga di notizie politicamente scorrette prima impensabile e se verrà raggiunta la cosiddetta “massa critica” di persone informate, l’élite non riuscirà più a controllare la popolazione per i suoi scopi. Basta ad esempio che si cominci a diffondere tra le masse la verità su teorie come il darwinismo per far crollare di colpo l’intero culto del denaro e del materialismo su cui si regge l’intero Nuovo Ordine Mondiale!

A breve uscirà sempre per le Edizioni Il Punto d’Incontro un suo nuovo libro. Ci anticipa brevemente quale sarà l’argomento di questa nuova opera?
Il prossimo volume è una sorta di antologia del passato più oscuro e censurato della storia dell’uomo. Anche in quest’ultima opera, quindi, al centro dell’attenzione del lettore vengono posti dei segreti in grado di stimolare e accrescere il livello di percezione della realtà oltre il filtro delle verità ufficiali. Si tratta infatti una disamina accurata e documentata del materiale storico-archeologico più controverso e discusso in questi ultimi anni. Saranno quindi ripercorsi argomenti scottanti come la storia delle civiltà perdute, la misteriosa genesi del popolo ebraico, la comparsa del Cristo storico, la formazione del Nuovo testamento, la nascita e la sopravvivenza dell’ordine dei cavalieri templari alla luce delle più recenti scoperte. Il risultato è senza dubbio sorprendente.

Il sentiero occulto del potere
ISBN: 9788880936329

Prezzo € 13,52
invece di € 15,90 (-15%)


Compralo su Macrolibrarsi

5 commenti:

  1. ho letto il libro di pizzuti.
    in un primo momento ero molto perplesso ma dopo le cose venivano dimostrate e si incrociavano con altre cose contenute in altri libri...lo ritengo un libro eccezionale...una guida per decifrare la realtà che ci circonda.magari sono cose che più o meno sappiamo,intuiamo ma non sappiamo coagulare in un pensiero,in un discorso...ecco qua che ci aiuta pizzuti.un libro che è un investimento.ciao.gianfranco - castrovillari

    RispondiElimina
  2. il libro da un punto di vista analitico è assolutamente oggettivo e a mio parere veritiero sopratutto sul potere americano e le guerre mondiali pianificate e sul finanziamento da parte di Wall street ad Hitler...tutto più chiaro sicuramente di ogni libro storico passato dal ministero dell'istruzione alle scuole e università. Complimenti vorrei partecipare piu attivamente la mia email lock1980@tiscali.it

    RispondiElimina
  3. ho finito di leggere il primo libro di Pizzuti, lo trovo ben fatto per iniziare a capire il reale e la verità. ho ordinato quello sull'archeologia e leggendo in giro su internet si direbbe che sia ottimo.
    la differenza che c'e' fra Pizzuti e Icke, consiste nel fatto che Pizzuti e' sintetico, realista e obiettivo, senza perdersi in fantasie e sparate che depistano il lettore ricercatore.
    Pizzuti fa nomi e cognomi di tutti i mandanti e organizzatori di questo Ordine che sta per instaurarsi.
    Credo che questo libro lo debbano leggere tutti dai 15 anni in su per rendersi conto di cosa fanno quelli del potere materiale.
    Cordialmente D-25

    RispondiElimina
  4. Ho letto anche io il libro. Come affermato anche da altre persone poteva essere scritto in modo meno elementare. Ciò non toglie che le informazioni in esso racchiuse (specialmente quelle sulla formazione delle ideologie del 900 e gli agganci con i banchieri più potenti del mondo) lascia un grande punto interrogativo sulla sincerità di determinate ideologie (chi ha detto comunismo?).
    Un libro quindi che contiene capitoli veramente esplosivi (come appunto quello delle ideologie sopracitate ad altri meno riusciti (l'ultimo ad esempio.
    Comunque un libro sopra la media, nonostante i difetti

    Duke Dearth

    RispondiElimina
  5. Questo è stato davvero interessante. Ho amato la lettura.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2